BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Storia di abusi su bimbe lunga decenni: in cella a 77 anni

Abusò della figlia della compagna anni fa, poi di altre due bimbe. Una storia di abusi su bimbe che ha costellato la sua vita e che ha mantenuto sempre in sospeso il conto con la Giustizia. Nella mattina di venerdì 2 marzo i carabinieri di Zogno hanno portato in carcere a Bergamo A.F. 77 anni: deve scontare 12 anni in cella.

Più informazioni su

I carabinieri di Branzi lo hanno prelevato dalla sua abitazione nella mattina di venerdì 4 marzo. A.F. 77enne, già pregiudicato, è stato portato in carcere a Bergamo dove dovrà scontare dodici anni di reclusione perché ritenuto responsabile di continue violenza sessuali su minori.

La condanna era stata espressa il 30 ottobre 2013 dal collegio del Tribunale di Bergamo presieduto dal giudice Giovanni Petillo. L’anziano, residente a Branzi, era accusato di aver abusato di due sorelline di 9 e 11 anni residenti in un paese della Bassa Bergamasca. Alla condanna era stata aggiunto un indennizzo di 100mila euro a ciascuna delle due piccole vittime. (Leggi qui)

Una storia drammatica che si aggiungeva ad altri abusi sui quali Bergamonews aveva indagato. Negli anni Settanta A.F. aveva abusato della figlia dell’allora convivente. Quella bimba diventata donna aveva lanciato un appello perché la Giustizia questa volta non cedesse alla pietà. La sua storia venne poi ripresa anche da Unomattina, la trasmissione di Raiuno, con un’intervista che venne registrata proprio nella redazione di Bergamonews. (Leggi qui)

Anna, è di fantasia per proteggere la vittima, raccontò la sua dolorosa esperienza, la difficotà di essere creduta, la violenza che subì, il dolore e la vergogna di dover deporre in tribubale. Una volta adolescente si allontanò da Bergamo. Oggi ha una vita serena, si è costruita una vita ed è felice. Ma quell’arresto riaprì una ferita profonda e mai riemarginata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.