BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giornata delle donne, i sindacati propongono gratis due film

Per la Giornata internazionale delle donne a Bergamo la Cgil propone la proiezione di due film: "Mustang" alle 16 al cine-teatro Del Borgo, e "Gli ultimi saranno ultimi" alle 20.45 al Conca Verde.

Con la proiezione di due film la Cgil di Bergamo celebra la Giornata Internazionale delle Donne: il primo appuntamento è organizzato da Terza Università, associazione promossa dalla Cgil, che per l’8 marzo ha pensato di invitare iscritti e simpatizzanti alla proiezione della pellicola “Mustang”, un film di Deniz Gamze Ergüven (ore 16 al Teatro del Borgo di piazza Sant’Anna, ingresso libero). La storia si svolge in un remoto villaggio turco: Lale e le sue quattro sorelle scatenano uno scandalo dalle conseguenze inattese per essersi messe a giocare con dei ragazzini tornando da scuola. La casa in cui vivono con la famiglia si trasforma un po’ alla volta in una prigione, i corsi di economia domestica prendono il posto della scuola e per loro cominciano ad essere combinati i matrimoni. Le cinque sorelle, animate dallo stesso desiderio di libertà, si sottrarranno alle costrizioni loro imposte.

Per la serata dell’8 marzo, invece, la Cgil, insieme a Cisl e Uil riunite nel Coordinamento Donne del sindacato, e con il Cinema Conca Verde promuovono la visione di “Gli ultimi saranno ultimi”, un film di Massimiliano Bruno con Paola Cortellesi, Alessandro Gassmann e Fabrizio Bentivoglio. L’appuntamento è alle ore 20.45 al Cinema Conca Verde (ingresso libero). La pellicola racconta la storia di Luciana Colacci (Paola Cortellesi) una donna semplice che sogna una vita dignitosa insieme a suo marito Stefano (Alessandro Gassman). È proprio al coronamento del loro sogno d’amore, quando la pancia di Luciana comincia a crescere, che il suo mondo inizia a perdere pezzi: si troverà senza lavoro e deciderà di reclamare giustizia e diritti.

“Così abbiamo deciso di celebrare l’8 marzo di quest’anno” ha commentato oggi pomeriggio Luisella Gagni della Cgil di Bergamo. “La Cgil tiene in maniera particolare alla tutela delle donne, che sono sempre più numerose fra i propri iscritti: oggi rappresentano il 42% del totale dei tesserati alla Cgil di Bergamo. Nel 2008 le donne iscritte erano circa 37.300, oggi sono circa 39.450. Negli ultimi 8 anni, osservando da vicino i dati relativi al tesseramento, abbiamo assistito a una consistente diminuzione del numero di lavoratrici donne in categorie come quelle tessile-chimica (-25%), grafico-cartotecnica (-16%) e metalmeccanica (-10%), a causa dell’espulsione dalle fabbriche di molte donne che vi erano impiegate soprattutto negli uffici, per poi vedere un incremento di lavoratrici in un settore come quello del commercio e dei servizi che segna un +41% di iscrizioni dal 2008 al 2015”.

Celebrata in molti Paesi del mondo, la Giornata Internazionale delle Donne ha cominciato a essere festeggiata più di un secolo fa negli Stati Uniti, il 28 febbraio del 1909. Il Partito Socialista d’America commemorò quella data in ricordo dello sciopero proclamato l’anno precedente a New York nel settore tessile: in quell’occasione le donne avevano protestato contro le difficili condizioni di lavoro a cui erano soggette. Nel 1975 le Nazioni Unite hanno cominciato a celebrare la Giornata Internazionale delle Donne ogni 8 marzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.