BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pedrengo, con la nuova scuola media al via la trasformazione del territorio

Il sindaco Gabriele Gabbiadini presenta il progetto della nuova scuola media: con l’opera si ridefinirà l’assetto degli edifici pubblici e si realizzerà anche un parco lungo il fiume Serio.

“La nuova scuola media verrà realizzata e darà seguito a diverse opere pubbliche”. Ad annunciarlo è il sindaco di Pedrengo Gabriele Gabbiadini che ha presentato il progetto del nuovo polo scolastico in un’assemblea pubblica dedicata alle trasformazioni del territorio.

L’operazione si inserisce in un quadro più ampio di interventi che porteranno al recupero della sponda fluviale del Serio, da adibire a parco, e alla ridefinizione dell’assetto degli edifici pubblici. Il primo cittadino evidenzia: “La nuova scuola media è parte di un percorso volto a consolidare il patrimonio immobiliare e naturalistico comunale, guardando al lungo periodo anche se i primi risultati dovrebbero vedersi già nell’arco di 2-3 anni, salvo imprevisti o rallentamenti burocratici”.

Il nuovo edificio sostituirà l’ex scuola media in via Giardini, attualmente dismessa. Gabbiadini afferma: “La riqualificazione non era conveniente e si è optato per la demolizione e la costruzione di un nuovo edificio pensato per soddisfare il fabbisogno almeno dei prossimi 20 anni”.

L’edificio sarà staccato da villa Frizzoni e ne richiamerà lo stile sulla base di quanto stabilito dalla soprintendenza alle belle arti. A spiegarlo è il progettista, ingegner Mario Cortinovis che aggiunge: “La scuola si svilupperà su 3 piani: al piano terra, parzialmente seminterrato, si colloca l’entrata principale con il blocco scala/ascensore; una sala polifunzionale con ingresso autonomo che potrà essere usata per le attività di muscolazione dei ragazzi o una piccola attività di ginnastica (munita di spogliatoi, 2 per gli alunni e 1 per gli insegnanti), utilizzabile anche per ospitare assemblee pubbliche; l’archivio; la centrale termica e una sala mensa con i locali di servizio. Al primo piano ci sono 6 aule, 1 laboratorio (che può essere diviso in 2 con una parete scorrevole), la sala insegnanti (con un ufficio interno per i colloqui), l’infermeria e 4 servizi (2 per gli alunni e 2 per gli insegnanti). Infine, al secondo piano, altre 3 aule, 4 laboratori (uno doppio con parete scorrevole), 2 aule di sostegno, 1 biblioteca e 3 servizi (2 per gli alunni e 1 per gli insegnanti). La superficie complessiva risulta di circa 2.680,8 mq di superficie lorda di pavimento. Il complesso è poi completato dalle aree esterne: parcheggio insegnanti, parcheggi zona ingresso e cortile”.

L’opera, dal valore di oltre 5 milioni di euro, sarà finanziata per il 58% sfruttando l’attuazione del piano integrato di intervento che ha portato alla costruzione del polo commerciale e artigianale sul confine con Torre de’ Roveri, mentre per il restante 42% l’amministrazione comunale si è aggiudicata un finanziamento regionale sulla base di risorse stanziate a fondo perduto dalla banca europea degli investimenti per agevolare gli interventi in materia di edilizia scolastica, con lo Stato garante verso l’Unione Europea.

La realizzazione del progetto, che ha ottenuto il 23esimo posto in graduatoria sui 400 presentati, verrà monitorata sul sito della buona scuola (buonascuola.gov.it). Il sindaco prosegue: “I lavori si svolgeranno nei prossimi 2 anni e dall’anno scolastico 2018/2019 è previsto il trasferimento degli studenti. La nuova scuola media non porta solo al completamento del polo scolastico del paese, collocandosi in un’area che comprende anche le elementari e vede nelle immediate vicinanze la biblioteca e gli impianti sportivi: il piano integrato di intervento prevede anche la cessione al Comune dell’area fluviale lungo il Serio, che era occupata da un’azienda che recupera materiali inerti, da adibire a parco”.

Per l’arredo del parco sono stati coinvolti anche gli studenti. L’assessore all’ambiente Alberto Pizzocchero dichiara: “Sarà suddiviso per aree tematiche per tutte le età, anche considerando gli spunti forniti da un progetto predisposto dal consiglio comunale dei ragazzi. Tra queste, sono previste un’area pic-nic, giochi per i più piccoli, un’area cani e un anello illuminato per la corsa”.

La nuova scuola media darà il via a un valzer delle strutture pubbliche. Il sindaco conclude: “L’attuale edificio verrà destinato a centro sociale per associazioni e a luogo di ritrovo per gli anziani e i giovani. Si libererebbe così l’ex municipio, per il quale ci sono due opzioni. La prima prevede il trasferimento della sala consiliare dal piano interrato al primo piano e lo spostamento della polizia locale nell’ufficio dell’ex sindaco e giunta, mentre l’attuale sala consiliare diventerebbe archivio e l’odierna sede della polizia locale ospiterebbe l’ufficio tecnico. La seconda prevede il recupero dell’ex scuola materna, trovando nuovi finanziamenti e con proventi che possono derivare da un’ipotetica alienazione dell’ex municipio con destinazione residenziale. In questo caso, l’ex asilo ospiterebbe la sala consiliare , l’ufficio del sindaco e della giunta, ma queste saranno scelte amministrative future”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.