BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piogge e acquazzoni al Nord, ma il peggio è ormai alle spalle previsioni

Gli esperti: “Dopo aver causato molti danni per piogge intense e venti forti, nelle prossime ore la perturbazione sull'Italia continuerà ad insistere, sebbene perderà energia”. Miglioramenti già da martedì.

Più informazioni su

“Dopo aver causato molti danni per piogge intense e venti forti, nelle prossime ore la perturbazione sull’Italia continuerà ad insistere, sebbene perderà energia”. Lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera, che aggiunge: “Paghiamo il dazio di un inverno decisamente mite con un surplus di energia che si è accumulato sul Mediterraneo. L’inverno nelle sue battute finali recupera il periodo secco della sua prima parte”.

L’ostica circolazione di maltempo che si è formata domenica sull’Italia influenzerà ancora la Penisola in avvio di settimana. Saranno le regioni del Nord Italia e le centrali tirreniche ad essere interessate da piogge e da acquazzoni temporaleschi. I venti continueranno a risultare tesi, ma non si raggiungeranno i picchi di domenica quando le raffiche hanno toccato il limite di tempesta”.

Martedì verso un miglioramento da Nord. “La perturbazione ritornerà sui suoi passi ed influenzerà il Sud e la Sicilia con piogge, acquazzoni e delle nevicate sui rilievi sopra i 1200-1400 m di quota” –prosegue l’esperto- “Sul resto d’Italia ci sarà un miglioramento con ampie zone di sereno eccetto per residue precipitazioni su Abruzzo e basso Lazio. Il passaggio della perturbazione richiamerà aria un po’ più fredda sotto forma di venti di Maestrale e Tramontana con una lieve calo delle temperature”.

Marzo, prima decade dinamica. Tra mercoledì e giovedì una veloce perturbazione attraverserà l’Italia determinando una nuova passata di rovesci e temporali da nord verso sud, specie sui versanti adriatici dove la neve cadrebbe in appennino sin verso i 1000m.  A seguire una breve pausa; una nuova perturbazione dovrebbe poi arrivare per il fine settimana, ma sarà ancora tutta da valutare. “Marzo nelle sue battute iniziali mostra quella dinamicità atmosferica caratterizzata da alti e bassi, che è poi tipica dei periodi di transizione come la primavera” concludono da 3bmeteo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.