BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Banda dei furti in appartamento, 4 colpi in un’ora: nuovi arresti

I carabinieri hanno arrestato quattro albanesi che sarebbero responsabili di una decina di furti, dopo gli altrettanti fermati a gennaio

Più informazioni su

Altro duro colpo contro la banda dei ladri di appartamenti nel nord Italia, dopo i quattro albanesi arrestati tra Bergamo e Mantova a gennaio. I carabinieri hanno arrestato quattro albanesi che sarebbero responsabili di una decina di furti in provincia di Varese, Padova e Vicenza, oltre ad altri 6 tentati furti nel solo mese di febbraio.

I sospettati sono stati fermati in provincia di Milano, a Paderno Dugnano e Cassano d’Adda. A loro i militari sono arrivati grazie a un’indagine del nucleo operativo di Monza iniziata a novembre e ancora non conclusa contro furti e rapine.

Gli arresti costituiscono una prima parziale conclusione di una più vasta indagine condotta dal Nucleo Investigativo di Monza, avviata lo scorso novembre e tuttora in corso, per contrastare la criminalità nell’est milanese.

I quattro arrestati, tutti pregiudicati a vario titolo per reati contro il patrimonio, facevano parte di una banda dal modus operandi consolidato: raggiunti gli “obiettivi” a bordo di un’auto, due malviventi si occupavano di entrare nelle abitazioni e compiere materialmente il furto, mentre il terzo uomo rimaneva a bordo dell’auto, pronto alla fuga con i complici, e il “palo” che sorvegliava la via.

Gli investigatori hanno documentato più “colpi” nello stesso giorno: anche 4 abitazioni in meno di un’ora. Gli investigatori di Monza hanno ricostruito gli eventi grazie a una certosina analisi del traffico telefonico.

Gli albanesi sono stati rintracciati nei pressi delle loro abitazioni e tradotti nelle carceri di Monza e Milano San Vittore. Contestualmente all’esecuzione dei fermi i militari dell’Arma hanno eseguito perquisizioni e recuperato svariati gioielli, trovati occultati all’interno del vano airbag dell’auto utilizzata dalla banda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.