BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“In tre mesi mi hai ucciso” il romanzo debutto di Trapassi

"In tre mesi mi hai ucciso" è il romanzo che vede al debutto il giornalista Diego Trapassi. Un'analisi lucida sui fragili rapporti di coppia.

Marco è un giornalista schivo e romantico che ama sognare, Anna un’infermiera cinica e razionale.

Tra passione e forti emozioni tutto tra loro sembra scorrere liscio e senza grandi scossoni. Improvvisamente però, dopo tre mesi, la loro storia d’amore si interrompe una grigia domenica mattina.

Diviso tra rabbia e disperazione, per la rottura apparentemente senza spiegazioni, Marco inizia un viaggio introspettivo, sospeso tra passato recente e presente, alla ricerca di risposte, in cui non mancheranno sorprese e colpi di scena.

Romanzo d’amore con un retrogusto di riscatto “In tre mesi mi hai ucciso” è un’indagine nelle dinamiche di un rapporto in cui gli abituali equilibri di coppia si ribaltano, lui emotivo e pronto a concedere tutto se stesso ad Anna, lei, glaciale, con una passato infarcito di storie e storielle ama soprattutto il contatto fisico.

Il titolo prende spunto da una frase che Anna rivolge a Marco il giorno in cui decide di lasciarlo dopo aver trascorso la notte insieme a casa sua e dalle sensazioni che il protagonista prova dopo essere stato abbandonato.
Edito da Acar edizioni, il libro è a disposizione online su www.edizioniacar.com su Ibs.it, Mondadori store e nelle librerie.

Diego Trapassi nasce a Brescia il 25 gennaio 1973. Cresciuto tra la città e la bassa bresciana a Torbole Casaglia da tre anni si è trasferito a vivere sul lago d’Iseo a Sale Marasino. Giornalista tv, volto di Teletutto, da 18 anni è pubblicista. Ha lavorato anche a La7, Telelombardia, Lombardia 7, Bresciaoggi, Retebrescia, Telecolor. Bassista, è un grande appassionato di musica. Pubblicato da Acar “In tre mesi mi hai ucciso” è il suo primo romanzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.