BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo Science Center: eventi ed iniziative dedicate alle start up

Iniziative e "aperitivi informativi" con TAG#inTheCity per conoscere start up digitali e innovative del panorama nazionale ed europeo.

TAG#inTheCity, lo spazio di coworking promosso da Talent Garden Bergamo e Banca Popolare di Bergamo e il CYFE – Center For Young and Family Enterprise, il Centro d’Ateneo dell’Università degli Studi di Bergamo promotore della Business Plan Competition Start Cup Bergamo, avviano con BergamoScienza una collaborazione che porta al Bergamo Science Center – i nuovi locali dell’Associazione BergamoScienza in piazzale Alpini –  alcuni eventi ed iniziative dedicate allo start up d’impresa.

“Aperitivi Informativi” by TAG#inTheCity dedicati a conoscere startup digitali e innovative del panorama nazionale ed europeo (tra cui Made For School, Tourizan,  AirB&B), e la presentazione della TAG Innovation School di Alessandro Rimassa con il Master di formazione sul digitale in collaborazione con il Sole24Ore.

“Il Bergamo Science Center ha tutte le carte in regola per accreditarsi come luogo ideale per parlare di innovazione, tecnologia, startup, e per far incontrare alcune tra le realtà più innovative del mercato ad un pubblico giovane e dinamico”, dichiara Alberto Trussardi, Founder di Talent Garden Bergamo.

bergamo science center

 

Osvaldo Ranica, Direttore Genare Banca Popolare di Bergamo: “TAG#InTheCity è il risultato tangibile di un dialogo e di una sinergia continua tra significativi protagonisti istituzionali ed economici del territorio che, insieme, promuovono e sostengono  una formula e un progetto imprenditoriale vincente.

Un esempio di come il “fare rete” sia la strada giusta per stimolare l’intraprendenza, energie vitali e dare fiducia e opportunità a chi, in questo caso, ha uno spiccato orientamento all’imprenditorialità, sapendo guardare al nuovo, alla sperimentazione, all’innovazione in ogni sua forma con particolare focalizzazione su quella digitale.

Quell’innovazione digitale che fa parte di una specifica strategia di Banca Popolare di Bergamo e ancor prima del Gruppo UBI. Investiamo nella ricerca e nello sviluppo tecnologico importanti capitali e risorse che portano alla realizzazione di prodotti e servizi all’avanguardia studiati per soddisfare le esigenze di oggi e di domani, che riscontrano un crescente apprezzamento dei nostri clienti e degli operatori del settore.

Compie poco più di un anno l’app UBI PAY, la prima in Europa: un metodo innovativo per gestire i pagamenti in assoluta sicurezza e trasparenza che appena nato si è aggiudicato il primo posto nella categoria Servizi Digitali Finanziari – MF Innovazione Award 2014 e proprio qualche giorno fa il Premio Nazionale per l’Innovazione (c.d. “Premio dei Premi”) conferitoci direttamente dal Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Stefania Giannini.

Una gratificazione che riconosce la capacità di UBI Banca di aver saputo innovare le modalità di pagamento attraverso i cellulari di ultima generazione per creare un mercato e crescere le modalità alternative di pagamento cashless, promuovendo ed educando all’utilizzo di questi nuovi servizi.

Un riconoscimento quest’ultimo che, negli ultimi tre anni, ci viene conferito per la seconda volta: nel 2013 il “Premio dei Premi” ci venne assegnato per il Social Bond Ubi Comunità, strumento finanziario definito concreto ed efficace”.

“BergamoScienza è da sempre interessata a ciò che ruota attorno all’innovazione” – dichiara Mario Salvi, Presidente di BergamoScienza.  “Per innovare – continua Salvi – è necessario sperimentare. Il Bergamo Science Center nasce anche per sperimentare offrendo un luogo in cui si fa, si respira e si condivide innovazione”.

Il nostro legame con i temi dello startup d’impresa ha radici solide. BergamoScienza sostiene e partecipa sin dalla prima edizione alla Start CUP Bergamo, la business Plan Competition dell’Università degli Studi di Bergamo, giunta quest’anno alla 7° edizione, che stimola decine di giovani nel generare idee d’impresa innovative, e che li supporta nel trasformare l’idea in una vera startup, contribuendo allo sviluppo economico e culturale del territorio e diffondendo la cultura d’impresa.

La partnership con il CYFE porta al Bergamo Science Center alcuni appuntamenti che si inseriscono nel percorso di Start Cup Bergamo, tra cui un evento formativo sull’elevator pitch – il “discorso dell’ascensore” capace di catturare l’attenzione di potenziali investitori e convincerli, in pochissimi minuti, a scommettere sull’idea d’impresa –, alcuni giochi imprenditoriali dedicati alle scuole superiori, e il “Wannabe…” workshop, un momento di orientamento in cui si coinvolgono giovani (e meno giovani) in merito a ciò che vorrebbero fare dal punto di vista professionale, finito il percorso di studio, che si pone in preparazione al fine settimana dedicato a Startup Live, il primo passo verso la Start Cup Bergamo.

Tommaso Minola, Direttore CYFE: “Reduci dalla bellissima edizione Start Cup 2015, conclusasi con l’evento finale in BergamoScienza dello scorso 16 ottobre a cui hanno partecipato più di 400 persone, il centro CYFE è lieto di dar vita alle prime iniziative sul tema dell’imprenditorialità per il 2016.

L’Università di Bergamo sul progetto Start Cup sta scaldando i motori, che porteranno tante novità per l’edizione 2016.

In attesa dell’avvio ufficiale dei lavori di Start Cup, l’Università e il Centro CYFE confermano la partnership con BergamoScienza, a sua volta in crescita, per eventi vivaci e dal format innovativo che avvicinino sempre di più i giovani ai temi della creatività, della scienza e tecnologia, dell’impresa”.

Made for School, fondata da Manuel Meinardi e Francesco Invernici, è l’unica Startup Innovativa Europea che permette alle scuole superiori, pubbliche e private, di potenziare il proprio brand grazie ad iniziative che puntano ad accrescere il senso d’appartenenza degli studenti, come la realizzazione di una linea d’abbigliamento, gadgettistica e attività memorialistiche, quali fotografie di classe e annuari scolastici.

Manuel e Francesco, rispettivamente 28 e 26 anni, da studenti, sono stati entrambi rappresentanti di istituto dei rispettivi Istituti Superiori a Bergamo esperienza che ha trasmesso loro il reale potenziale che ogni scuola può rappresentare per i propri studenti, anche nelle piccole cose: un logo ben disegnato, una comunicazione chiara e semplice dell’Istituto nei confronti delle famiglie e degli studenti stessi, un luogo accogliente in grado di stimolare creatività e innovazione.

Made For School lavora per un obiettivo preciso: valorizzare la scuola attraverso la creazione di un forte senso di appartenenza.

Fondata nel 2013, Made For School, è cresciuta in Talent Garden Bergamo, che grazie al suo network ha permesso alla start up, in un tempo relativamente breve, di riuscire ad estendere la propria rete commerciale in diverse città d’Italia.

I numeri di questi 3 anni sono molto positivi ed in crescita, in 3 anni la società ha fatturato più di 1,5 milioni di euro con oltre 3 milioni di contratti in chiusura per il 2016, collaborato con più di 300 scuole superiori in tutta Italia, più di 25 persone impiegate e 400.000 studenti coinvolti.

Made For School interviene grazie ad un rapporto contrattuale pluriennale con gli Istituti, che si basa su una concessione in esclusiva del marchio, che dà all’impresa alcuni vantaggi: aumenta la sua capacità finanziaria attraverso una fee annuale; non sono previsti oneri di gestione e responsabilità; canale di vendita on-line e politiche commerciali che premiano i grandi numeri (per spingere l’acquisto di gruppo); consegna diretta, in pochi giorni, in classe.

Entro la fine del 2016 Made For School intende consolidare il mercato italiano e scalare in almeno 2 paesi Europei, ottenendo una leadership indiscussa nel mercato del merchandising scolastico ed erogando più di € 120.000 di contributi alle scuole superiori italiane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.