BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sfilata di Mezza Quaresima, si alza il sipario: Bergamo capitale del folklore

Anche quest’anno torna la tradizionale sfilata di Mezza Quaresima, da 92 anni evento simbolo di Bergamo. Una sfilata di volti, colori ed emozione che per questa edizione si articolerà nell’arco di ben tre giorni.

L’apertura si terrà presso il Quadriportico del Sentierone con la presentazione dei gruppi partecipanti: significativa sorpresa di quest’anno l’intervento di enti proveniente da Serbia e Malta.

Fabrizio Cattaneo, Vicepresidente della Federazione Italiana Tradizioni Popolari , introduce in questo modo una delle novità di quest’anno: “Gruppi di chiara fama artistica: la Scuola di Belgrado mantiene ancora oggi un elevatissimo standard qualitativo circa lo studio delle danze folcloriche, mediante una scrupolosità di impronta russa. Malta offrirà invece tutto un altro genere di proposta, di natura precipuamente canora, frutto di un mix fra lo stile magrebino e quello dell’Europa Meridionale”.

Sabato 5 marzo verrà presentata la mostra dei bozzetti “Egia 2016”, ideati e creati dagli studenti della scuola d’arte Andrea Fantoni; oltre al tradizionale “Rasgament de la Egia”, quest’anno dedicato al labirintico svincolo autostradale, si terranno la presentazione dei carri che sfileranno alla parata, la recitazione della consueta poesia di “rasgamento” creata per l’occasione dalla poetessa bergamasca Anna Rudelli, e la seconda edizione del fortunato concorso “La Egia pio bela”.

Domenica 6 tre colpi di cannone sparati dalle mura daranno infine inizio alla tanto attesa sfilata alle ore 15, che partendo da viale Papa Giovanni XXIII si concluderà alle 18.30 in piazza Pontida, con la premiazione dei carri e dei gruppi da parte del Duca Smiciatot e dalla rappresentanza comunale.

Gli enti promotori dell’evento si sono detti “entusiasti di invitare tutti i cittadini a prendere parte alla manifestazione”, annunciando anche l’istallazione di un maxi-schermo per Atalanta-Juventus in centro città: l’invito dell’assessore Marco Brembilla e del Duca di Piazza Pontida Morotti è di guardare all’evento non nelle sue potenziali criticità, ma nella sua sensazionale capacità di festosa attrattiva.

Roberto Mauri e Mirela Teqja

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.