BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

All’Istituto Mazzi nasce SaLotto, apripista del progetto ScuolAperta

Ha aperto i battenti il primo Spazio ScuolAperta del Comune di Bergamo. Grazie alla collaborazione dell’Associazione Genitori Mazzi, sarà in grado di aprire al quartiere gli spazi scolastici oltre l’orario dell’attività curricolare con la nascita dello “Spazio SaLOTTO”.

Ha aperto i battenti nella serata di martedì 24 febbraio il primo Spazio ScuolAperta del Comune di Bergamo: a fare da apripista a una delle principali novità per quello che riguarda gli spazi scolastici comunali sarà la scuola Lotto (Istituto Comprensivo Mazzi) di via Tadini, che per prima, grazie alla collaborazione dell’Associazione Genitori Mazzi, sarà in grado di aprire al quartiere gli spazi scolastici oltre l’orario dell’attività curricolare con la nascita dello “Spazio SaLOTTO”.
Lo Spazio SaLOTTO si inserisce nel progetto “ScuolAperta”, come sperimentazione di un laboratorio sociale territoriale caratterizzato da un modello flessibile di uso degli spazi, pensati per attività complementari e di rinforzo rispetto a quelle della scuola, rivolte alle ragazze e ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado e potenzialmente aperti all’uso sociale da parte di soggetti del territorio.

Prima attività prevista nell’ambito del progetto è un incontro rivolto ai genitori dei ragazzi sul tema “Bullismo e Cyberbullismo: dalla scuola al web”, in programma alle ore 20.30 di questa sera: l’Assessore Loredana Poli e il dottor Antonio Toscano, presidente del Consiglio d’Istituto della Mazzi, affrontano il tema legato ai rischi del mondo virtuale per i più giovani, indicando possibili strategie di prevenzione del problema.

“Si tratta di un cambio di mentalità della scuola, – spiega l’Assessore all’Istruzione del Comune di Bergamo Loredana Poli – che per le funzioni che ospita continua a riservarsi alcune spazi dedicati alla didattica, ma che fa lo sforzo di individuare dei locali da usare in modo più flessibile, in particolare valorizzando la risorsa dell’Associazione genitori che rappresenta già il territorio dentro la scuola. Con un accordo a tre, sottoscritto da Comune di Bergamo, Istituto Comprensivo e Associazione Genitori, si sperimenta una modalità di gestione potenzialmente aperta al quartiere o addirittura alla città per alcune iniziative prevalentemente rivolte alla fascia d’età dei preadolescenti e alle loro famiglie.”

Il progetto prevede già alcune azioni concrete, come l’uso dello spazio per le riunioni, gli incontri formativi e le iniziative organizzate dall’Associazione Genitori Mazzi, ma anche la sede del progetto PCiclo (che mira a incrementare le conoscenze e l’uso delle tecnologie informatiche) e in futuro un luogo destinato allo spazio compiti o alle attività doposcuola.

Salotto

 

“Un motivo di soddisfazione sta nell’essere riusciti a dare una concretezza, – prosegue Poli – individuando un luogo e sottoscrivendo un protocollo d’intesa che può divenire un modello, alla teorica apertura delle scuole, puntando anche alla relazione con la rete sociale del quartiere. Con i presidi dei 9 istituti comprensivi cittadini stiamo individuando aree delle scuole che abbiano caratteristiche analoghe a quello che inauguriamo oggi, un ingresso indipendente e relativa autonomia rispetto al resto della scuola, così da favorirne una gestione più autonoma e più flessibile.”

Non solo, lo Spazio SaLOTTO potrà essere utilizzato anche da gruppi e associazioni per attività temporanee rivolte ai ragazzi, con una serie di corsi (di fotografia, informatica, cucina e musica) destinati ad arricchire il bagaglio di conoscenze, anche pratiche, dei più giovani, fornendo un ideale complemento alle attività didattiche che si svolgono nella scuola al mattino.

Proprio in questo ambito si inscrive l’iniziativa “L’esperto risponde”, proposta dal Centro Counseling Integrato, in collaborazione con il Comune di Bergamo: specialisti del benessere psicologico-educativo-relazionale dedicano tre pomeriggi all’ascolto e all’accoglienza, mettendosi a disposizione dei genitori dei ragazzi delle scuole di Bergamo. Primo appuntamento, proprio nello Spazio SaLOTTO di via Tadini, sabato 5 marzo: una psicologa e coach certificata, una pedagogista e mediatrice familiare, una pedagogista clinica e una counselor specializzata si mettono a disposizione gratuitamente, a partire dalle 14.30, in un progetto volto a creare un momento di incontro tra professionisti e famiglie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.