BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Visoni, il Tar boccia l’allevamento di Antegnate fotogallery

Il Tar di Brescia ha bocciato il ricorso di Maria Grazia Ferrari, dando invece piena ragione al Comune di Antegnate, che aveva negato i permessi all'allevamento di visoni perché troppo vicino alle abitazioni e non linea con le norme del Piano di governo del territorio (Pgt).

Il Tar di Brescia ha bocciato il ricorso di Maria Grazia Ferrari, dando invece piena ragione al Comune di Antegnate, che aveva negato i permessi all’allevamento di visoni perché troppo vicino alle abitazioni e non linea con le norme del Piano di governo del territorio (Pgt).

La sentenza del Tar sembra chiudere la vicenda del contestato allevamento di Antegnate e confuta le ragioni poste da Ferrari Maria Grazia a propria difesa: l’allevamento con altri animali era fermo da ben 7 anni, quindi quello di visoni è a tutti gli effetti una nuova attività e deve sottostare alle regole del Pgt, che impone una distanza minima di 500 metri dall’abitato.

Soddisfazione da parte del Movimento etico tutela animali e ambiente e di Essere Animali, associazione a capo della campagnVisoni Liberi e che per anni si è occupata della vicenda portando le prime proteste ad Antegnate assieme ad un comitato locale, ma anche un invito alle autorità a muoversi fermamente sulla questione e a dare una nuova vita agli animali.

“La piena ragione data dal Tar alle nostre tesi è un’ottima notizia, ma è urgente capire come voglia procedere il Comune di Antegnate e cosa ne sarà dei visoni chiusi in quelle gabbie, portati senza alcuna autorizzazione nell’allevamento ormai da un anno” commentano da Essere Animali “Adesso la parola d’ordine deve essere smantellare l’allevamento e sequestrare gli animali. Sappiamo che con noi in questa richiesta ci appoggia la stragrande maggioranza degli italiani, contrari a questo tipo di attività”.

La chiusura dell’allevamento di Antegnate deve essere il prossimo passo dopo questa sentenza del TAR e il primo verso una legge che finalmente vieti questa attività su tutto il territorio nazionale, così come già legiferato in ben 8 paesi europei. Non solo gli animalisti, ma quasi il 90% della popolazione e ben 200.000 visoni chiusi negli allevamenti italiani aspettano da tempo che in Parlamento di discutano le Proposte di Legge in materia, presentate da rappresentanti di tutti gli schieramenti politici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.