BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, la musica non cambia: o il brodino pareggio o il digiuno sconfitta fotogallery

Più informazioni su

No, non siamo ancora fuori dal tunnel: dal brodino (pareggino) al digiuno (con l’undicesima sconfitta) la musica è sempre la stessa.

Si rischia di diventare noiosi a raccontare di questa Atalanta che non vince ormai da due mesi e mezzo, dal 6 dicembre e quel 3-0 a Bergamo sul Palermo. E ogni volta, per cercare qualche segnale positivo, si confronta l’ultimo pareggio con quello precedente, l’ultimo ko con quello (in questo caso) in casa col Genoa. Altra storia, certo: si era a fine andata e sembrava quasi un incidente di percorso, quello stop casalingo per effetto dei gol di Dzemaili e Pavoletti, nei minuti finali della partita.

Beh, anche con la Fiorentina si potrebbe dire: bene, ma solo il primo tempo. Quando tra l’altro l’Atalanta reclama per un rigore non concesso (l’entrata a valanga del portiere viola su Gomez), sullo 0-0. Di questi tempi anche un episodio potrebbe farti girare la ruota da tutt’altra parte e infatti Reja nel dopopartita l’ha sottolineato: “Un rigore a quel punto avrebbe potuto cambiare tutto”.

Invece siamo sempre fermi ai box. Con la Fiorentina vale la legge del tre all’andata e anche al ritorno, a Bergamo non basta ai nerazzurri segnare due gol per rimediare.

Il tempo per applaudire per la sua zampata da attaccante d’area il giovane Conti, che sei-sette minuti dopo si fa ingenuamente espellere per proteste. Pinilla torna al gol dopo tutto un girone (gli mancava dalla vittoria per 3-0 sul Carpi): stavolta non serve, ma speriamo che funzioni per il futuro, visto che c’è bisogno come il pane di gol dagli attaccanti.

Qualcuno dovrà pur darsi una mossa, se anche Gomez dovrà marcare visita probabilmente fino alla sfida col Bologna. Vero che il Papu di questi tempi è solo l’ombra del Gomez champagne che aveva deliziato la platea del Comunale nell’andata, però è un’assenza pesante.

In attesa che ritrovi se stesso Diamanti, in campo solo mezz’ora contro la Fiorentina, ma si sapeva che non sarebbe stato nelle condizioni ideali. E c’è sempre un Borriello da scoprire: quello vero qualche gol può ancora garantirlo alla causa, quindi aspettiamo fiduciosi.

La squadra migliora, ma non incide sul risultato. Gioca benino e chiude bene gli spazi alla Fiorentina per un’ora, ancora con un Masiello molto attento e puntuale, D’Alessandro bene a sprazzi, il solito de Roon a tutto campo preoccupato soprattutto di tamponare. Però quando Paulo Sousa inserisce i pezzi da novanta Borja Valero e Kalinic, i viola cambiano passo e la partita finisce. E sarà pure casuale, ma nemmeno tanto, il colpo di testa angolatissimo di Mati Fernandez che sorprende tutti, da Masiello a Sportiello, ma a quel punto emergono i limiti dei nerazzurri, che non riescono a far gol. O meglio, lo fanno quando non basta per evitare il ko.

Così la classifica non si muove e l’unico dato positivo è che anche le altre hanno i loro problemi. Per dirla con i numeri, l’Atalanta nel ritorno ha guadagnato solo 5 punti in sette partite. Pochi, ma peggio di tutti ha fatto la Sampdoria (2 punti), poi l’Udinese di Colantuono (3 punti e Pozzo ha detto: “Non lo cambio solo perché non c’è niente di meglio in giro”), l’Empoli (4), Palermo e Chievo fermi a 5 punti come l’Atalanta. Di poco meglio ha fatto il Carpi (6), il Sassuolo (7), mentre ha ripreso a correre il Verona, 10 punti nel ritorno come il Torino.

Intanto cominciano a preoccuparsi Sampdoria e Palermo, con il Frosinone più vicino a due e tre punti.

L’Atalanta dovrà uscire indenne domenica dalla tana del Carpi: non ci sono alternative, per non rischiare un finale da mal di pancia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da franz_bell

    ieri è stata una giornata “nera” per tutti…..atalanta,albinoleffe e foppapedretti hanno subito un KO….che sicuramente fa male…speriamo che non pregiudichi la classifica finale….aldo