BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giallo di Barbata, 51enne in fin di vita: potrebbe trattarsi di un incidente

Si fa largo una nuova pista investigativa sul caso di Luigi Garatti, l'imprenditore di Calcio ritrovato in fin di vita nella serata di mercoledì 17 febbraio

Si fa largo una nuova pista investigativa sul caso di Luigi Garatti, il 51enne di Calcio ritrovato in fin di vita nella serata di mercoledì 17 febbraio, a bordo del suo furgone, in un parcheggio di Barbata.

Se all’inizio alla base del giallo sembrava esserci un’aggressione da parte di ignoti, con il passare delle ore pare invece ci sia un drammatico incidente. Probabilmente un infortunio sul lavoro.

E’ questa la strada più calda che stanno percorrendo i carabinieri di Bergamo e di Treviglio. Garatti, sposato e padre di due figli di 24 e 17 anni, è stato ritrovato in fin di vita poco dopo mezzanotte.

Era ancora seduto al posto di guida del suo autocarro, in un parcheggio vicino all’impianto sportivo comunale di via Fermi a Barbata, nella zona industriale del piccolo paese della Bassa.

Secondo quanto era emerso inizialmente, sembrava avesse subito un’aggressione qualche ora prima. Una pista non ancora scartata completamente, anche se nelle ultime ore si sta facendo largo quella dell’infortunio.

L’uomo, incensurato e titolare di una piccola ditta che si occupa di ristrutturazioni edilizie, nel tardo pomeriggio si sarebbe ferito alla testa, probabilmente a causa di un incidente sul lavoro.

Sarebbe quindi salito a bordo del suo furgone e una volta raggiunto il parcheggio di Barbata in cui è stato ritrovato, si sarebbe fermato a causa di un improvviso malore. Lì, avrebbe poi perso conoscenza.

Un’ipotesi avvalorata dal fatto che Garatti non sarebbe stato derubato, e dal fatto che a bordo del furgone sono stati ritrovati alcuni fazzoletti di carta sporchi di sangue. Nessuna traccia ematica è invece stata rinvenuta all’esterno del mezzo. Sul corpo dell’uomo, poi, oltre alla ferita alla testa non sarebbero stati trovati altri segni di violenza.

Nel frattempo le condizioni dell’uomo restano disperate. Dopo l’allarme lanciato da un passante a tarda serata, sul posto sono intervenute un’automedica e un’ambulanza, che ha trasportato il ferito all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, con un trauma cranico e un’emorragia cerebrale.

I carabinieri proseguono le indagini alla ricerca di nuovi elementi.