BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La nuova stagione della Canottieri Sebino si apre sul Po: Ghidini secondo

Grande successo per la 33^ edizione della D’Inverno sul Po, la classica regata internazionale, svolta sabato e domenica scorsi sulle acque del Po a Torino, organizzata dalla Canottieri Esperia. Due giorni di grande agonismo con il protagonismo di 2500 atleti arrivati da tutta Italia per disputare questa regata che rappresenta un momento emozionante del canottaggio nazionale e spettacolare per il percorso di 6000 metri che attraversa la città di Torino.

La Canottieri Sebino ha valorizzato, come da tradizione, questo momento di spartiacque tra le gare invernali di fondo e quelle estive sulle distanze olimpiche, con una nutrita trasferta di atleti delle categorie Cadetti, Ragazzi, Junior e Senior.

Nella prima giornata, riservata alle barche corte, sono scesi in acqua cinque equipaggi, con buoni piazzamenti per il Doppio Cadetti Femminile di Matilde Fenaroli e Lidia Paris (5) che ha vissuto la soddisfazione di un esordio brillante nel mondo del canottaggio, e per il Doppio Junior Maschile di Lorenzo Fenaroli e Stefano Cretti (9).

Intense e stimolanti a fronte della elevata concorrenza in acqua anche le prove dei due equipaggi doppio maschili Ragazzi (Stefano Giorgi, Lorenzo Saloni) e Cadetti (Davide Palumbo, Marco Cambieri), con il coronamento di un bel podio (secondo posto) conquistato dall’atleta di caratura internazionale Paolo Ghidini in equipaggio misto due senza con Josè Casiraghi della Canottieri Milano.

Di nuovo i senior protagonisti nella giornata di domenica dove Ghidini si è fatto ancora una volta onore condividendo in equipaggio misto con la Canottieri Milano il settimo posto del Quattro di coppia Senior Maschile, e segnata da una indimenticabile avventura per l’ammiraglia Senior Maschile tutta biancoazzurra (Luca Cipolloni, Luigi Cortinovis, Daniele Sbardolini, Michele Ghidini, Vladislav Azzaretto, Aristide Bonomelli, Andrea Giuliani, Simone Fusaro), che nonostante la rottura del timone avvenuta durante la gara è riuscita a portarla pienamente a termine, grazie alla encomiabile fermezza e capacità del timoniere Stefano Giorgi.

Una prima puntata sfidante e di stimolo all’avvio di una nuova e entusiasmante stagione per il canottaggio loverese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.