BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lombardia, inchiesta Sanità: quattro anni fa i dubbi di Sola sul Bolognini

L'ex consigliere regionale bergamasco dell'Italia dei Valori Gabriele Sola nel 2012 aveva interrogato l'allora assessore alla Sanità Luciano Bresciani sull'assegnazione del servizio ambulatoriale di odontoiatra del Bolognini in global service.

Un nuovo terremoto investe la Regione Lombardia e in particolare il settore Sanità: a finire in manette questa volta è stato, tra gli altri, il consigliere regionale della Lega Nord Fabio Rizzi per le tangenti legate all’assegnazione dei servizi odontoiatrici nelle aziende lombarde. Insieme a lui anche due imprenditori bergamaschi, Giancarlo Marchetti e Giuseppe Nachiero.

Secondo gli inquirenti Rizzi, presidente della “III Commissione permanente – Sanità e politiche sociali”, avrebbe turbato in proprio favore l’aggiudicazione di una serie di appalti pubblici banditi da diverse Aziende Ospedaliere per la gestione, in outsourcing, dei servizi odontoiatrici corrompendo i funzionari preposti alla gestione delle gare.

Tra le aziende c’è anche l’Ospedale Bolognini di Seriate: una vicenda sulla quale già quattro anni fa aveva provato a fare chiarezza l’ex consigliere regionale bergamasco dell’Italia dei Valori Gabriele Sola, tramite un’interrogazione scritta che chiedeva chiarimenti sull’affidamento in global service del servizio ambulatoriale di odontoiatria di primo livello per un periodo di sei anni più tre di eventuale rinnovo a circa 27 milioni di euro.

Sola
Sola
Sola

Interrogazione alla quale aveva risposto così l’allora assessore alla Sanità della Giunta Formigoni Luciano Bresciani:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.