BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Inchiesta sanità, il vice di Rizzi, Capelli: “Fatti gravissimi”

“Sono colpito e stupito", commenta il vicepresidente della Commissione Permanente Sanità e politiche sociali, Angelo Capelli: "Qualora venissero confermati, i fatti appresi in queste ore sarebbero gravissimi"

Un nuovo terremoto ha scosso la Regione Lombardia e, in particolare, il settore Sanità: a finire in manette nell’ambito dell’inchiesta “Smile”, condotta dalla Procura di Monza e dai carabinieri di Milano, è stato il consigliere regionale della Lega Nord Fabio Rizzi, per le tangenti legate all’assegnazione dei servizi odontoiatrici nelle aziende lombarde.

Insieme a lui, anche due imprenditori bergamaschi: Giancarlo Marchetti (commercialista, risulta socio della Elledent Srle) e Giuseppe Nachiero (Consigliere d’amministrazione della società stessa).

“Sono colpito e stupito – commenta il vice di Fabio Rizzi, Angelo Capelli, Vicepresidente della Commissione permanente Sanità e politiche sociali -. Qualora venissero confermati, i fatti appresi in queste ore dagli organi di stampa sarebbero gravissimi, ed evidenzierebbero operazioni del tutto estranee alla funzione di governo del sistema. Spero vivamente che il Consigliere Rizzi possa dimostrare la sua totale estraneità ai fatti”.

Nel frattempo, l’opposizione ha chiesto a Roberto Maroni di farsi da parte: “Aspettiamo l’evoluzione dei fatti. Se confermati, come Regione Lombardia faremo tutto il possibile per fare chiarezza sulla vicenda e attivare i controlli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da magnone

    All’avvocato Capelli non viene il sospetto che in Lombardia, terra di scandali sanitari, ci sia un modello che non funziona?
    Per favore, non si dica che abbiamo il sistema sanitario migliore per merito della politica. Il merito è solo ed esclusivamente dei professionisti della salute, tra i quali non rientrano i manager, che nessun paziente han forse mai visto.

  2. Scritto da luciano_avogadri

    Aspettiamo che la Magistratura faccia quello che deve fare. Ma nel frattempo, si può almeno chiedere ai Magistrati come mai in un paese civile (o che almeno vorrebbe esserlo) una persona viene messa in carcere senza venire PRIMA condannata? E gradirei che la si smettesse con la fola dell’inquinamento delle prove, scusa che sembra valere solo in Italia.

    1. Scritto da magnone

      Mi scusi ma in quale paese civile l’arresto arriva dopo la condanna, così che il reo ha tutto il tempo di mettersi a posto? E quale grado preferisce per l’arresto: il primo, il secondo o il terzo?
      Mi faccia un esempio, per favore, oppure eviti di dire cose che non stanno né in cielo né in terra.