BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Agli amici non voltiamo le spalle”: la curva sfila per il Bocia

Una sfilata in onore del 'Bocia', Claudio Galimberti. Il corteo prenderà il via sabato 20 febbraio dal parco dell'Edonè e arriverà fino allo stadio di Bergamo per dire no alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza al quale è stato sottoposto dal Tribunale di Bergamo.

Dopo i messaggi di solidarietà e gli striscioni negli stadi italiani, tocca ora alla sfilata in onore del ‘Bocia’ Claudio Galimberti. Un corteo pacifico che prenderà il via sabato 20 febbraio dal parco dell’Edonè e arriverà fino allo stadio di Bergamo per dire no alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza al quale è stato sottoposto dal Tribunale di Bergamo.

Nel testo del comunicato (visibile a questo link) e lanciato attraverso la pagina Facebook “Sostieni la Curva”, si legge:  “18 mesi di vita con la libertà pesantemente condizionata. Claudio ha una sua storia da vivere e da raccontare. Su di lui pendono una serie di accuse figlie di comportamenti che Claudio ha pagato, sta pagando e pagherà. Abbiamo fatto il massimo della controinformazione possibile per far sapere all’opinione pubblica chi sia veramente Claudio e chi siamo noi, non per chiedere impunità o buonismo, ma semplicemente per far conoscere la sua storia e la nostra storia di uomini prima ancora che di Ultras dell’Atalanta.

E ancora: “Prima di giudicare bisogna sapere. Prima di condannare bisogna conoscere. Per  lui e per la tifoseria dell’Atalanta hanno speso parole amici di una vita, semplici compagni di stadio, gruppi Ultras avversari, atleti e dirigenti sportivi, famiglie, associazioni no-profit, religiose e persino alcuni giornalisti. Tutto questo ora, purtroppo, non è bastato. Per questo diamo appuntamento a tutti sabato 20 febbraio alle 17,30 al parco dell’Edonè di via Gemelli. Sfileremo fino allo stadio pacificamente e orgogliosamente per rivendicare il nostro essere figli di questa città, bergamaschi atalantini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da planets

    ritengo che molte persone non vadano allo stadio proprio per quelli come il bocia, per il quale non credo valga la pena manifestare visti i gravi problemi che gravano nel paese, disoccupazione, privatizzazione di sanita’ e istruzione, allungamento eta’ pensionabile…nonche una certa ignoranza diffusa