BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Canone Rai in bolletta, l’allarme di Chicco Testa: “Le imprese non sanno che fare”

Il presidente di Assoelettrica, il bergamasco Chicco Testa lancia l'allarme sul anone Rai nella bolletta elettrica: "Siamo al 15 febbraio, ma le imprese del settore ancora non sanno come dovranno esigere il canone Rai".

Il presidente di Assoelettrica, il bergamasco Chicco Testa lancia l’allarme sul anone Rai nella bolletta elettrica: “Siamo al 15 febbraio, ma le imprese del settore ancora non sanno come dovranno esigere il canone Rai che il Governo ha voluto inserire nelle bollette dell’energia elettrica. Il rischio è che si arrivi impreparati alla scadenza del prossimo luglio”.

Le imprese – ricorda Chicco Testa – devono predisporre i necessari sistemi informatici per emettere le nuove fatture modificate, bisogna incrociare le banche dati, occorre chiarire una lunga serie di problemi che ancora non sono stati sciolti, dalla questione dei ritardati pagamenti, alla morosità, dall’eventualità di un cambio di fornitore ai pagamenti parziali, dai reclami ai contratti non residenti. Insieme a Utilitalia, abbiamo preparato un documento circostanziato che elenca tutti i problemi aperti, ma il ministero per lo Sviluppo economico ancora non ci ha dato risposta. E il tempo ormai stringe”.

Ricordiamo che per questo 2016 il primo addebito del canone avverrà nella prima fattura elettrica successiva al 1° luglio 2016. Il canone annuo ordinario è stato ridotto a 100 euro, dai 113,50 del 2015. Il canone deve pagarlo chiunque detiene un apparecchio atto od adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive. E fin qui nessun cambiamento.

La novità è che si presume la detenzione dell’apparecchio nel caso in cui esista “un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica”. Se non è vero, per superare questa presunzione, occorre presentare un’autocertificazione all’Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.