BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori: analizzeremo il traffico, Sorte: pronti a fare squadra

Comune e Provincia di Bergamo predisporranno uno studio del traffico che incide sullo svincolo dell’autostrada. Regione Lombardia pronta a finanziare i progetti.

Dallo svincolo dell’Autostrada A4 di Bergamo ogni giorno passano in media oltre 70mila veicoli. Una rotatoria insufficiente a reggere quel traffico.

Dopo la lettera di intervento ad Autostrade firmata dal Comune e dalla Provincia di Bergamo, nella giornata di venerdì 12 febbraio si è svolto un tavolo di lavoro convocato dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, al quale hanno partecipato parlamentari, consiglieri regionali e amministratori locali.
L’obiettivo condiviso da tutti i soggetti è migliorare l’accessibilità da e per la città di Bergamo così da rendere più fluida la connessione del casello dell’autostrada A4 anche rispetto all’aeroporto e alle via d’accesso con le Valli.
“Come Comune e Provincia – afferma il sindaco di Bergamo Giorgio Gori che ha partecipato all’incontro con Pasquale Gandolfi, sindaco di Treviolo e Consigliere Provinciale con Delega alla Viabilità e Grandi Infrastrutture – abbiamo messo sul tavolo le diverse soluzioni che in questi anni sono state elaborate e i loro costi. Costi che variano, da 3 a 29 milioni di euro, a seconda dell’importanza e della consistenza degli interventi. Dopo aver elaborato il piano del traffico, ora ci impegneremo ad estendere un piano che analizzi i flussi di chi percorre quel tragitto, da dove provengono e dove sono diretti. Ci siamo dati dei tempi per elaborare un progetto il più articolato e esteso possibile. Dall’incontro è emersa la disponibilità di Regione Lombardia di finanziare parte di questi progetti e così abbiamo steso una richiesta da inviare al Ministero delle Infrastrutture per inserire la riqualificazione del rondò dell’autostrada nel Piano finanziario di Autostrade per il 2017”.
Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore regionale Sorte: “Oggi Bergamo si impone come un modello perché ha saputo fare squadra rispetto ad alcune priorità. Questo gioco di squadra che va al di là di giochi ed appartenenze politiche ci ha consentito di portare risultati interessanti in tutta la Bergamasca. Penso alle varianti di Zogno e Cisano, alla fermata ferroviaria dell’ospedale di
Bergamo e all’ampliamento ferroviario della tratta Bergamo-Ponte San Pietro che Rete ferroviaria Italiana finanzierà con 14 milioni euro”.
“I presenti all’incontro di oggi hanno condiviso la necessità di affiancare e potenziare questo tavolo di lavoro in modo tale da poter poi chiedere al Ministero di inserire nel Piano finanziario di Autostrade per l’Italia la riqualificazione del Rondò di Bergamo – conclude Sorte -. Oggi abbiamo anche firmato una lettera da mandare al ministro Delrio così da farci trovare con la progettazione conclusa quando l’opera sarà inserita nel Piano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.