BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rigettato il ricorso, via al Congresso dei Giovani Democratici

La Commissione Congressuale Provinciale con un Delibera datata giovedì 11 febbraio 2016 ha rigettato il ricorso presentato dall'iscritta Darya Pavlova su presunte presunte irregolarità nel tesseramento 2015.

Il Congresso dei Giovani Democratici di Bergamo si farà. Parola della Commissione Congressuale provinciale che, giovedì 11 febbraio, ha deliberato il rigetto del ricorso presentato dall’iscritta Darya Pavlova e da altri iscritti su presunte presunte irregolarità nel tesseramento 2015.

Via libera dunque al Congresso di Circolo della Grande Bergamo in calendario per giovedì 11 febbraio alle 18.30 nella sede del Pd di Seriate, in via Monte Campione, parcheggio in via Adamello a Seriate. Semaforo verde anche per il congresso federale dei Giovani Democratici che si svolgerà sabato 13 febbraio a partire dalle 10 nella Sala degli Angeli alla Casa del Giovane, in via Mauro Gavazzeni, 13 a Bergamo.
Questo è quanto ha deciso la Commissione Congressuale GD Bergamo, presieduta da Nicholas Cassia e composta da Bruno Barcella, Anna Mennea, Mario Ghidini, Pasquale Cassese. Commissione che ha deciso di rigettare il ricorso avanzato da Darya Pavlova, Segretaria del Circolo “Grande Bergamo” e da Nicolò Carretta; Alessandro De Bernardis; Edoardo Baratto; Marta Rodeschini; Marta Maffeis; Filippo Butera.
Tutto era nato per l’emissione di alcune tessere del partito da persone che non ne avevano le competenze (Leggi qui). I ricorrenti avevano inviato la richiesta di sospensione e l’annullamento della fase congressuale provinciale e di Circolo oltre alla richiesta di Commissariamento della Federazione Provinciale di Bergamo alla Commissione Congressuale regionale e Nazionale.
La commissione nazionale aveva tentato di bloccare il congresso visto il ricorso dei bergamaschi, ma la commissione regionale e poi quella provinciale hanno stabilito che Roma non avesse competenza per esprimersi.
Ora si torna a votare, ma basterà l’esito di questa consultazione per fare chiarezza e placare gli animi all’interno dei Giovani Democratici?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.