BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emma Bonino a Bergamo per un incontro sul Medio Oriente

Martedì 1 marzo alle 18, l'ex Ministro sarà ospite al Centro Congressi di Bergamo di via Papa Giovanni XXIII per un incontro pubblico sul tema del Medio Oriente.

Martedì 1 marzo alle 18, Emma Bonino sarà ospite al Centro Congressi di Bergamo di via Papa Giovanni XXIII per un incontro pubblico sul tema del Medio Oriente. Organizzato da Fondazione A.J. Zaninoni, l’incontro è un’occasione di riflessione offerta da una profonda conoscitrice delle dinamiche internazionali che fornirà spunti, approfondimenti, strumenti di lettura su una delle tematiche più rilevanti e complesse della nostra attualità. Ad intervistarla ci sarà il giornalista de Il Sole 24 ORE Alberto Negri.

Emma Bonino fa attualmente parte dei board di International Crisis Group, Open Society Initiative for Europe, European Concil on Foreign Relations e del Comitato direttivo dell’istituto Affari Internazionali. E’ stata parlamentare italiana dal 1976 al 1994 ed europea dal 1979 al 2004; e Commissario Europeo per la Politica dei consumatori, della Pesca e responsabile dell’Ufficio europeo per l’Aiuto umanitario d’emergenza dal 1994 al 1999 è stata . Nel 2006-2008 è stata Ministro per il Commercio internazionale e le Politiche europee del governo Prodi e nel 2013-2014 Ministro degli Affari esteri del governo Letta.

Da sempre militante e dirigente del Partito Radicale, innumerevoli sono le battaglie per i diritti civili che l’hanno vista in prima linea: dal divorzio alla legge 194 al proibizionismo in materia di droghe leggere.

Il suo impegno, riconosciuto anche a livello internazionale, l’ha vista in prima linea nelle campagne per i diritti civili nell’Europa dell’Est, per l’istituzione della Corte penale internazionale, la lotta contro lo sterminio per fame, la pena di morte, le mine anti-uomo e ogni forma di discriminazione possibile, soprattutto nei confronti delle donne. E’ tra i fondatori delle Organizzazioni non governative Non c’è pace senza giustizia e Nessuno tocchi Caino.

Nel 2o11 è stata l’unica italiana inclusa dalla rivista statunitense ‘Newsweek’ nell’elenco delle “150 donne che muovono il mondo”.

All’inizio degli anni 2000 ha vissuto per molti mesi al Cairo, dove è stata professoressa emerita all’Università americana, ha studiato arabo e approfondito la sua conoscenza del mondo mediorientale, delle cui realtà e problematiche è oggi una tra gli esperti più informati e autorevoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.