BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calderoli su Sanremo: “Festival della canzone? Sembra il festival dell’Unità” fotogallery

Il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli spara a zero sul Festival di Sanremo.

Il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli spara a zero sul Festival di Sanremo, dopo la prima serata che ha visto la partecipazione come ospite internazionale di Elton John, sposato con un altro uomo e padre di due figli, nonché l’intervento di Virginia Raffaele che, nei panni di Sabrina Ferilli, ha stigmatizzato le critiche al cantautore britannico o le dichiarazioni esplicite attraverso nastri arcobaleno a favore delle unioni civili.

Il leghista bergamasco si è chiesto: “Quanto ci sta costando lo squallido spot a favore delle unioni civili che va sotto il nome di ‘Sanremo’?”.

E ha proseguito: “Tra nastrini e bandiere arcobaleno ed esaltazione dei matrimoni omosessuali e delle adozioni gay, più che il Festival della canzone sembra la Festa dell’Unità… ci dicano, una volta tanto, qual è la spesa complessiva, quanti milioni di euro sono stati sprecati per cachet dei figuranti, allestimento e contorno, in questa immensa operazione di propaganda filo governativa. Altro che canone in bolletta! Dovrebbero restituire a tutti i contribuenti, con gli interessi, fino all’ultimo centesimo speso, non solo quest’anno. Ormai le canzoni sono solo un pretesto, e la musica è sempre la stessa da decenni: ci saranno davvero così tanti spettatori disposti a subire ogni anno questo lavaggio del cervello, oppure non saranno eccessivamente gonfiati anche i dati Auditel, al pari dei compensi?”.

L’immagine è gentilmente concessa da Riviera24

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gianbattista_pasinetti

    Stavolta Calderoli ha proprio ragione.
    Tenendo anche conto che alle primarie di Milano si è visto come il PD abbia ormai abbandonato il vecchio color rosso della “gloriosa bandiera” per adottare l’arcobaleno a sei colori del sistema lgbt, e rivelando molto chiaramente da chi il PD (acronimo che sempre più assume il nuovo significato di Partito Dittatoriale) riceva linea d’azione, ordini, finanziamenti, potere e denaro.

  2. Scritto da giggi

    perchè riportare le dichiarazioni di questa nullità? perchè bergamasco? bella roba!