BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Angela Finocchiaro: “Io e Giorgio Gori insieme a Zanzibar, sembravamo in collegio”

Angela Finocchiaro è una delle protagoniste di Calendar Girls al Teatro Donizetti fino a domenica 14 febbraio. E ricorda il suo rapporto a Zanzibar, la sit comedy del 1988 creata su un soggetto di Giorgio Gori, oggi sindaco di Bergamo.

Chiede “Come sta Giorgio?” Poi aggiunge: “È una vita che non ci vediamo, anche se lo ricordo con molto piacere”.

Angela Finocchiaro

Angela Finocchiaro è una delle protagoniste di Calendar Girls, la commedia in scena fino a domenica 14 febbraio al Teatro Donizetti e che registra il sold-out da mesi.

L’abbiamo incontrata con tutta la compagnia pochi minuti del debutto bergamasco. Ed è allora che ricorda la sit-comedy “Zanzibar” scritta su un soggetto di Giorgio Gori nel 1988 e andata in onda su Italia 1.

Fu un’esperienza bellisima, sembravamo in collegio – ricorda la Finocchiaro – i ragazzi scrivevano la sera e il giorno dopo giravamo le scene. Era un posto con tanti maschi e poche femmine, mentre al Donizetti porto in scena molte donne e pochi uomini”.

L’atmosfera è di un intervallo a scuola, si festeggia il compleanno di Marco Brinzi, c’è Laura Curino che si sistema la parrucca di scena e fa gli onori di casa (sembra nata sul palcoscenico) e poi c’è la bergamasca Matilde Facheris che torna a calcare le scene del Donizetti.

“È sempre un’emozione, mi ricordo quando da piccola venivo a teatro con i miei genitori e se penso che nei prossimi giorni tutta la mia famiglia verrà al Donizetti a vedermi…. è una grande soddisfazione” confida raggiante Facheris.

Ultimo tocco di trucco e poi in scena, le protagoniste di questa commedia leggera e dal ritmo frizzante sono davvero tutte bravissime: dalla splendida Ariella Reggio a Carolina Torta, da Corinna Lo Castro ad Elsa Bossi, e Noemi Parroni.
La storia, ispirata ad un fatto realmente accaduto, è quella di un gruppo di donne fra i 50 e i 60 anni, componenti del Women’s Institute (nato nel 1915, è la più grande organizzazione di volontariato delle donne nel Regno Unito), che si impegna in una raccolta fondi destinati a salvare un ospedale nel quale è morto di leucemia il marito di una di loro (Annie, interpretata da Laura Curino).

Chris (Angela Finocchiaro), stanca di vecchie e fallimentari iniziative di beneficenza, ha l’idea di fare un calendario diverso da tutti gli altri, in cui convince le amiche del gruppo a posare nude. Con l’aiuto di un fotografo amatoriale realizzano così un calendario che le vede ritratte in normali attività domestiche, come preparare dolci e composizioni floreali, ma con un particolare non convenzionale: posano senza vestiti. L’iniziativa riscuote un successo tale da portarle alla ribalta che esce dai confini dell’Inghilterra.

La traduzione e l’adattamento sono di Stefania Bertola e la regia è di Cristina Pezzoli. Produzione Agidi e Enfi Teatro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.