BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Smog, blocco del traffico e auto più lente dopo 20 giorni sopra il limite

Il coordinamento dei Sindaci della Fascia 1 e 2 di Bergamo ha approvato le misure che verranno applicate in caso di raggiungimento dei 20 giorni consecutivi di livelli di polveri sottili Pm10 sopra la soglia consentita.

Riduzione della velocità di 20 chilometri orari sulle viabilità locali e provinciale, l’estensione al weekend delle limitazioni del traffico per i veicoli Euro 0 benzina ed Euro 0, 1, 2 diesel, blocco domenicale per tutti i veicoli alla prima domenica successiva: sono queste le misure decise dal Coordinamento dei Sindaci di fascia 1 e 2 di Bergamo e da applicare in caso di raggiungimento del livello di emergenza 2, corrispondente a 20 giorni consecutivi di livelli di polveri sottili Pm10 superiori alla soglia consentita di 50 microgrammi per metro cubo.

L’eventuale blocco del traffico domenicale sarebbe esteso a tutti i veicoli in tutti i 111 Comuni di fascia 1 e 2 e sarà adottato a seguito dello svolgimento del tavolo di Coordinamento dei Sindaci che ne definirà le concrete modalità operative. (clicca sulla cartina per vedere quali sono i Comuni interessati)

cartina
Questo, nel dettaglio, il protocollo sperimentale approvato nella serata di lunedì 8 febbraio:

La Provincia di Bergamo, i Comuni della Fascia 1 e 2 Bergamo e per quanto di competenza l’ATS di Bergamo, Arpa Lombardia e ATB Spa

SI IMPEGNANO

al sopraggiungere dei seguenti livelli d’emergenza ad attuare le seguenti azioni (il superamento verrà calcolato sul superamento di 5 centraline di rilevamento su 7):

EMERGENZA LIVELLO 1
(superamento limite Pm10 per sette giorni solari consecutivi anche se con brevi periodi sottosoglia e considerando le previsioni meteorologiche)

Provincia
1) Comunicazione entro il quinto giorno ai Sindaci dei Comuni della Fascia 1 e Fascia 2 con applicazione automatica dei provvedimenti al settimo giorno tramite ordinanza
2) Riduzione temperatura edifici pubblici da 20 ° a 19 ° e contestuale riduzione a 12 ore del periodo di funzionamento degli impianti
3) Aumentare i controlli .
4) Informazione alla stampa

Comuni (Fascia 1 e fascia 2)
1) Riduzione temperatura edifici pubblici e privati da 20° a 19° e contestuale riduzione a 12 ore del periodo di funzionamento degli impianti
2) Obbligo chiusura porte edifici privati
3) Divieto utilizzo fuochi d’artificio
4) Divieto di uso della legna/pellet come vettore di riscaldamento (se si dispone di altra fonte di riscaldamento) a prescindere dal rendimento dell’impianto
5) Aumentare i controlli contrastando anche l’accensione dei fuochi all’aperto

Arpa
1) Monitoraggio situazione.

Ats
1) Monitoraggio situazione.

Atb
1) Corsa gratuita per i genitori che accompagnano a scuola i figli under 11.

La revoca di tali misure è automatica al rientro dei valori Pm10 entro il limite per 5 giorni consecutivi, tenuto anche conto delle previsioni meteorologiche con comunicazione ai Sindaci dei Comuni della Fascia 1 e Fascia 2 da parte della Provincia.

EMERGENZA LIVELLO 2
(superamento limite Pm10 per venti giorni solari consecutivi anche se con brevi periodi sottosoglia).

Oltre alle misure precedenti, si aggiungono le seguenti:

Provincia
Convocazione entro il diciottesimo giorno del tavolo di Coordinamento dei Sindaci Fascia 1 e Fascia 2 di Bergamo.

Comuni (Fascia 1 e Fascia 2)
1. Riduzione della velocità di 20 km/h per tutta la viabilità locale e Provinciale;
2. Estensione nei weekend (sabato e Domenica) delle limitazioni del traffico per i veicoli Euro 0 Benzina ed Euro 0,1,2 diesel dalle ore 7.30 alle ore 19.30 (come già previsto dai provvedimenti regionali in vigore da Lunedi a Venerdi)
3. Blocco domenicale per tutti i veicoli alla prima domenica successiva.

I provvedimenti 1 e 2 saranno adottati in modo automatico dai Comuni.

Il provvedimento 3 sarà adottato a seguito dello svolgimento del tavolo di Coordinamento dei Sindaci Fascia 1 e Fascia 2 di Bergamo che ne definirà le concrete modalità operative.

Il Comune di Bergamo potrà applicare ulteriori provvedimenti più restrittivi sul proprio territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    La provincia continua a controllare le caldaie con una capacità di calore al 95% delle caldaie tradizionali e dal 106% delle caldaie a condensazione?
    Si vede dai camini fumanti e anche se spenti anneriti dai fumi inquinanti quando c’è un camino o stufa a legna, molti con capacità di calore al 50%.

  2. Scritto da Il Conte

    Scusate, che vuol dire “Obbligo chiusura porte edifici privati”?