BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anche due squadre bergamasche al torneo regionale dei Dipartimenti di Salute Mentale

La Uisp è ancora una volta in prima fila nel promuovere e riaffermare tutti i valori dello “Sportpertutti”.

La Lega Calcio regionale lombarda scende infatti in campo insieme ai ragazzi delle 15 squadre dei Dsm, i Dipartimenti di Salute Mentale della nostra regione, che a partire dal 9 febbraio si sfideranno in un torneo a girone unico, per la sedicesima edizione di una rassegna unica nel suo genere.

Un torneo dai tanti valori, al di là della pura pratica sportiva e del risultato in campo, e che avrà il suo epilogo a Cesenatico, a giugno, in occasione delle finali regionali che ogni anno la Lega Calcio Uisp Lombardia organizza sulla Riviera romagnola, con le prime quattro squadre classificate che disputeranno le fasi finali.

Saranno due le squadre bergamasche impegnate nella manifestazione, sviluppata con un’attività di calcio adattata a otto giocatori, che vedrà anche la partecipazione dei Dipartimenti di Salute Mentale delle province lombarde di Brescia, Monza Brianza, Como, Milano, e Pavia: da una parte la Cpa Seriana 2000, che giocherà le sue gare casalinghe a Martinengo, dall’altra Il Girasole di Treviglio.

Le squadre saranno formate sia da pazienti che da operatori, con la prima giornata che è iniziata martedì 9 febbraio: le gare si disputeranno fino a metà maggio, quando verrà stilata la classifica finale. Che, come in tutte le manifestazioni targate Uisp, è solo una sfaccettatura di una manifestazione dai molteplici significati: “Una rassegna dai valori unici, che esemplifica al meglio i valori promossi dalla nostra associazione – commenta il presidente della Uisp di Bergamo, Milvo Ferrandi -. Ancora una volta lo sport si dimostra uno strumento incredibile: far stare insieme questi ragazzi, facendoli divertire insieme agli operatori dei Dsm, potrà garantire un importante valore aggiunto al loro percorso”.

Entrambe le squadre bergamasche esordiranno in trasferta: martedì 9 il Girasole Treviglio farà visita ai milanesi del Real Paraude, mentre il 17 febbraio la Cpa Seriana 2000 sarà impegnata sul campo di Como della Dinamo Diurno.

Per quanto riguarda invece le gare casalinghe, il Girasole le disputerà il mercoledì mattina sul campo di via Ai Malgari, a Treviglio, mentre la Cpa Seriana2000 giocherà sempre il mercoledì mattina sul terreno dell’oratorio di Martinengo, in via Colleoni.

“Siamo alla nostra prima esperienza: i ragazzi della Comunità La Coccinella di Martinengo, della comunità protetta di Ghiaie di Bonate Sopra e della Comunità riabilitativa di Urgnano, hanno dato vita a una squadra di calcio – spiegano l’educatore Alessandro Palazzo e il coordinatore Antonio Gentile, referenti della Cpa Seriana 2000, che gestisce Cpa di Martinengo e la Cpm di Bonate Sopra, entrambe parti dell’azienda ospedaliera di Treviglio -. Il risultato? E’ l’ultimo dei problemi: prendere parte a iniziative di questo tipo permette il confronto con altre realtà, intensificando i rapporti a livello di gruppo. Lottare per un obiettivo comune permette di crescere e di migliorare, in un contesto in cui non si è da soli ma ci si confronta e relaziona con altri”.

La trevigliese Girasole è invece ormai una squadra veterana della manifestazione: “La nostra squadra è nata all’interno del Centro diurno di Treviglio, ma da qualche anno a questa parte ci siamo allargati, aprendo la partecipazione ai ragazzi provenienti dalle strutture di Trezzo e Gorgonzola – spiegano gli educatori Paolo Lecchi e Daniele Guercilena -. Si tratta di persone che soffrono di malattia mentale: per loro il calcio è un’attività fortemente riabilitativa, un investimento sia sul corpo che sulla mente. Spesso la malattia porta a rinchiudersi, mentre iniziative come questa sviluppano la capacità di affrontare quotidianamente le altre persone, anche nei contesti di tutti i giorni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.