BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Comune di Bergamo apre altri tre “Baby pit-stop”

A un mese esatto dall’apertura del baby pit stop di Palazzo Frizzoni, il Comune di Bergamo inaugura altri spazi dedicati alle mamme in città. Venerdì 12 febbraio, alle ore 11.30, nei locali del Centro Famiglia di via Legrenzi 31, sarà inaugurato il secondo Baby Pit Stop Unicef comunale alla presenza della Presidente del Consiglio Comunale di Bergamo Marzia Marchesi.

A un mese esatto dall’apertura del baby pit stop di Palazzo Frizzoni, il Comune di Bergamo inaugura altri spazi dedicati alle mamme in città.

 

Venerdì 12 febbraio, alle ore 11.30, nei locali del Centro Famiglia di via Legrenzi 31, sarà inaugurato il secondo Baby Pit Stop Unicef comunale alla presenza della Presidente del Consiglio Comunale di Bergamo Marzia Marchesi. Un baby pit stop in un luogo strategico, a pochi passi da uno dei supermercati più frequentati di Bergamo: si tratta quindi di un servizio che potrà essere molto utile non solo per allattare il proprio bambino, ma anche per poterlo cambiare in un luogo accogliente, munito di fasciatoi e poltrone.
Il 12 gennaio scorso, in concomitanza con l’apertura dello spazio di Palazzo Frizzoni, il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori aveva parlato della creazione di “una vera e propria rete di “baby pit stop” in negozi, locali pubblici, farmacie.”

 

Una rete che comincia a concretizzarsi: in concomitanza con l’inaugurazione di via Legrenzi, verranno aperti altri due Baby Pit Stop, uno nello spazio gioco Oplà, al parco Locatelli di via Diaz n°1, e uno nello spazio gioco Girotondo, presso il centro sociale di via dei Carpinoni n°20. Grazie alla collaborazione con Unicef e Ikea – che ha fornito gratuitamente gli arredi per ciascuno spazio – oltre a questi 3, l’Amministrazione aprirà presto altri 5 Baby Pit Stop Unicef sul territorio comunale.

 

Le ipotesi per i futuri spazi comunali per i più piccini riguardano anche le biblioteche Caversazzi in via Tasso e Betty Ambiveri a Boccaleone, quelle di Colognola e Valtesse, mentre sono ancora in corso valutazioni per l’identificazione di uno spazio idoneo in Città Alta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.