BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate, chiusura dei locali alle 22: incontro opposizione-commercianti del centro

Lista Civica Albatro e Pd di Seriante incontrano associazioni e commercianti del centro storico per capire le loro reazioni alla modifica del regolamento di Polizia Urbana che impone la chiusura anticipata alla 22.

Venerdì 5 febbraio alle 21 il Gruppo Consigliare del Pd e quello della Lista Civica Albatro di Seriate incontreranno i Presidenti delle associazioni che hanno sede nel Centro Storico (nonché il Presidente dell’associazione commercianti) per ascoltare il loro punto di vista in merito alla decisione della Giunta Comunale di Seriate di anticipare la chiusura dei locali e delle attività commerciali alle 22.

Come si legge nel comunicato stampa di presentazione dell’incontro, i firmatari del documento muovono una decisa critica alla strategia e pianificazione economica dell’Amministrazione Comunale.

Se da un lato, infatti, si è deciso di modificare il regolamento di Polizia Urbana, imponendo agli esercizi commerciali e artigianali operanti nel cuore della città di interrompere l’attività alle 22, dall’altra, analizzando la bozza di bilancio preventivo 2016 in Commissione bilancio, si apprende che sono previsti incentivi per gli operatori del centro storico.

“Ora, con una mano si dà e con l’altra si toglie, ma qual è il criterio? Che strategia si persegue? Che economia immaginiamo per rilanciare il nostro centro storico?” si domandano i capigruppo di Albatro e Pd Damiano Amaglio e Stefania Pellicano.

I due consiglieri chiedono al Sindaco di aprire un confronto vero, e di coinvolgere anche le associazioni di categoria invitandole al prossimo tavolo istituzionale per il recupero del centro storico, affinché offrano il loro prezioso supporto nel tentativo di mettere ordine e delineare un progetto organico ed efficace.

Inoltre per quanto riguarda le questioni di ordine pubblico, i capigruppo Amaglio e Pellicano sostengono che vadano affrontate con i mezzi adeguati e non certo limitando la libertà di chi lavora ed è vittima dell’inciviltà e del degrado.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.