BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caso Stefano Rho, sabato i suoi studenti in corteo dal Falcone al tribunale video

Sabato 6 febbraio alle 8 di fronte al Liceo Linguistico Falcone partirà una manifestazione in supporto del professor Stefano Rho: il corteo arriverà fino in via Borfuro, di fronte al tribunale di Bergamo.

Più informazioni su

Non si ferma la straordinaria mobilitazione per Stefano Rho, il professore bergamasco licenziato a undici anni di distanza per aver autodichiarato “di non aver mai riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi scritti dal Casellario giudiziario ai sensi delle vigente normativa”: dopo gruppi e pagine Facebook, una petizione online e un’interpellanza parlamentare annunciata dal deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani, ora anche una manifestazione per le vie del centro cittadino.

Su iniziativa di alcuni studenti del Liceo Linguistico Giovanni Falcone, sabato 6 febbraio alle 8 un corteo partirà da via Dunant, proprio di fronte all’istituto dove ha insegnato il professor Rho, con destinazione il tribunale di via Borfuro.

Per le strade cittadine scenderanno gli studenti dello stesso Liceo Falcone, del Mamoli, del Betty Ambiveri e i tanti ex alunni che non hanno dimenticato i suoi insegnamenti: l’appello alla partecipazione è stato rilanciato dalla pagina Facebook “Dalla parte di Stefano Rho”.

Nel frattempo la petizione online indirizzata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha già raggiunto le 18mila sottoscrizioni, segno che la storia del professore bergamasco ha colpito e stupito.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.