BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Al mercato entra nel vivo la stagione dei mandarini, sorgente di vitamina C e antiossidanti fotogallery

Sono i mandarini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Disponibili in abbondanti quantità, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall'ambulante di fiducia si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Succosi, profumati e salutari, sono i mandarini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Si parla dei mandarini tardivi siciliani che, disponibili in abbondanti quantità, si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia.

In questo periodo dell’anno dovrebbero essere il naturale surrogato delle clementine nazionali ma, comunque, l’attuale domanda di mercato pare non essere sufficiente ad assorbire le quantità disponibili di prodotto.

Agrumi di stagione, sono ricchi di proprietà benefiche per il benessere dell’organismo. Innanzitutto, grazie a una buona presenza di vitamina C, contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario e sono un aiuto contro raffreddore e influenza. Non mancano di vitamine A, P (alleata della diuresi, contro la ritenzione idrica) e del gruppo B, oltre a sali minerali, ferro, magnesio, calcio e potassio.

È molto utile anche il contenuto di preziosi antiossidanti, che aiutano a ritardare l’invecchiamento precoce e a combattere i radicali liberi. Ma non è finita qui: grazie a fibre solubili, il consumo di mandarini aiuterebbe ad abbassare il colesterolo con conseguenti effetti positivi per l’apparato cardiocircolatorio, mentre la presenza di una sostanza chiamata pectina, apporta benefici per l’intestino e la digestione. Secondo alcune ricerche, infine, potrebbero aiutare nelle prevenzione di alcuni tumori di vario tipo, come alla bocca, alla faringe, all’esofago e allo stomaco.

In cucina solitamente i mandarini vengono consumati freschi, a spicchi, in macedonia, spremuti per ottenere ottimi succhi di frutta o frullati, ma sono apprezzati anche canditi o in marmellata. Possono essere adoperati anche per originali primi piatti (risotti e pastasciutta) e per accompagnare secondi piatti di carne o pesce, insalate o contorni di verdura. Infine, rappresentano un’ottima guarnizione nella preparazione di torte, crostate o pasticcini. Il succo può essere anche impiegato nella preparazione di ghiaccioli, gelatine naturali o granite. Per capire la qualità di un mandarino basta “testare” il suo peso, che deve essere consistente rispetto al volume, mentre la buccia deve essere tesa e molto “attaccata” alla polpa.

Dalla spremitura a freddo della buccia dei mandarini si ricava l’olio essenziale che viene usato in ambito cosmetico per la preparazione di prodotti per la cura della pelle. Infatti, ha un effetto depurativo e drenante che lo rende indicato per massaggiare le zone del corpo più soggette alla cellulite, facilitando il riassorbimento dei liquidi e contrastando gli inestetismi. Svolge anche funzioni antinfiammatorie e antisettiche: ad esempio, un bagno caldo con gocce di olio essenziale di mandarino ha proprietà rilassanti per i muscoli. Inoltre, dietro parere medico, questo olio essenziale viene utilizzato in casi di stress e tensioni nervose, stitichezza, ansia, coliche e asma.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si nota un ottimo rapporto qualità/prezzo delle arance rosse di Sicilia e, per la clientela più esigente, oltre al buonissimo tarocco, ora sono disponibili anche le varietà sanguinello e moro. È buona anche la disponibilità delle arance Washington navel, con polpa chiara. Diminuisce l’offerta di clementine nazionali, mentre crescono i quantitativi di clementine tardive con origine spagnola. La forbice di prezzo delle differenti referenze è molto ampia e proporzionale alla selezione e qualità del prodotto.

Si registra un lieve ritocco verso l’alto dei listini prezzi del kiwi nazionale, soprattutto per le pezzature più grandi, per le quali la produzione lamenta poca disponibilità, mentre rimangono pressoché invariate le quotazioni del prodotto piccolo e medio. È in continua evoluzione la situazione commerciale delle fragole che oramai ci ha abituato a oscillazioni di prezzo anche importanti durante l’arco della settimana: le caratteristiche organolettiche del prodotto nazionale sono evidentemente superiori alle condizioni attualmente espresse da quello proveniente dalla penisola iberica. In questi giorni, intanto, per ora in piccoli quantitativi, inizia l’offerta di alcune pregiatissime varietà originarie della Basilicata.

Passando al reparto verdura, solo per i peperoni emergere una carenza di prodotto su scala europea, soprattutto per la qualità gialla, con quotazioni ancora una volta in aumento rispetto alle rilevazioni della scorsa settimana. Per il resto del comparto orticolo, per concludere, persiste una situazione di totale stabilità con una disponibilità dei singoli prodotti superiore alle medie stagionali.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Plumcake al profumo di mandarini

INGREDIENTI

3 uova

150 gr di burro

160 gr di zucchero

succo  (100 ml) e scorza di 4 mandarini

180 gr di farina 00

50 gr di fecola di patate

1 bustina di lievito per dolci

mandorle a scaglie

PROCEDIMENTO

Montate le uova con lo zucchero fino a farle diventare gonfie e spumose.

Nel frattempo sciogliete il burro a bagnomaria o nel microonde e aggiungetelo al composto.

Unite ora il succo e la scorza dei mandarini, la farina, la fecola e per ultimo il lievito.

Mescolate per bene il composto e versatelo in uno stampo da plumcake rivestito da carta forno.
Guarnite la superficie con le mandorle a scaglie ed infornate in forno già caldo a 180 gradi per 45 minuti circa.

Il vostro plumcake é pronto…ed il suo inebriante profumo é già nell’aria!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.