BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calvenzano al voto per il dopo Blini, Ferla: “Nessuno speculi sulla sua persona”

Tra i comuni che a giugno chiameranno i loro cittadini alle urne c’è anche Calvenzano. Dopo l’improvvisa morte dell’appena rieletto sindaco Aldo Blini (nella foto) avvenuta il 24 agosto dello scorso anno proprio in municipio, i suoi poteri di primo cittadino sono stati conferiti temporaneamente fino a nuove elezioni al vicesindaco Fabio Ferla.

Ed è proprio lui, da sempre amico di Blini, ad annunciare che, vista anche la straordinarietà della situazione, “sarebbe inopportuno, per noi maggioranza, presentarci alle elezioni ‘sponsorizzati’ ancora da Aldo Blini, così come sarebbe inopportuno che le altre compagini politiche possano attaccarlo. Sarebbe come speculare sulla sua morte. Da cattolico credente, dunque, sono del parere che i defunti debbano essere lasciati in pace”.

Nel panorama politico bergamasco, dove gran parte dei mandati delle diverse giunte sono arrivati alla loro naturale scadenza (salvo i casi in cui il comune sia stato commissariato) e in cui le dinamiche politiche interne hanno avuto modo di plasmarsi e consolidarsi secondo precise linee, il caso di Calvenzano spicca in quanto più unico che raro. Una volta rimarcata la sua atipicità, il vicesindaco reggente ha poi comunicato che “quello calvenzanese è un contesto diverso. Ci siamo ritrovati a dover fare i conti con un caso improvviso. Dalla maggioranza all’opposizione nessuno poteva sapere che ciò sarebbe accaduto e dunque, continueremo ad andare avanti con questo stile e a lavorare nel pieno svolgimento del programma. Per quanto riguarda i nostri diretti competitors, credo che anche loro si trovino in una situazione particolare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.