BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morti sospette all’ospedale di Piario: altri 10 indagati

Intanto il pm Pugliese ha nominato i periti che analizzeranno i cadaveri dei cinque pazienti che saranno riesumati

Più informazioni su

Altri dieci indagati per le morti sospette all’ospedale di Piario. Si tratta di medici e infermieri, che entrano così nell’inchiesta coordinata dal pubblico ministero Carmen Pugliese, che indaga sul caso dei decessi sospetti avvenuti negli ultimi mesi al nosocomio seriano.

I dieci sono indagati per omicidio colposo e vanno ad aggiungersi all’infermiera Anna Rinelli, indagata per omicidio preterintenzionale.

Secondo chi indaga quelle morti potrebbero essere state provocate, somministrando ai pazienti dosi massicce di Valium (ma non si escludono anche altri medicinali simili) per via endovenosa.

Numerose le segnalazioni ai carabinieri di tutta la Bergamasca e non solo, essendo Piario anche località turistica, dopo la diffusione della notizia. Una cinquantina quelle finora pervenute, da parte di parenti di persone decedute all’ospedale Piario.

Alcuni raccontano di improvvisi peggioramenti nello stato di salute dei loro cari. Saranno convocati a gruppi nella caserma di Clusone diretta dal capitano Diego Lasagni, che sta seguendo le indagini, per valutare ogni singolo caso.

Intanto il pm Pugliese ha nominato i periti che analizzeranno i cadaveri dei cinque pazienti che saranno riesumati per capire se le morti possano essere collegate alla presunta somministrazione anomala di medicinali.

Gli stessi esperti che si occuperanno delle salme, un anatomopatologo e un tossicologo, dovranno anche analizzare le 89 cartelle cliniche sequestrate dai militari il 18 dicembre, giorno del blitz al nosocomio, e appartenenti a pazienti di tutte le età con le diverse patologie morti negli ultimi due anni.

Più informazioni su