BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bruni: “Stop alle scritte, finalmente il Pirellone torna di tutti”

Il consigliere del Patto Civico Roberto Bruni esprime "piena soddisfazione per il risultato odierno. Con voto segreto, infatti, lo stesso Consiglio regionale ha approvato una mozione sostanzialmente identica alla nostra che è stata quindi ritirata"

Da martedì qualunque scritta sulla facciata del Pirellone dovrà essere autorizzata dal Consiglio regionale, del quale il grattacielo è sede istituzionale (leggi)

Il consigliere del Patto Civico Roberto Bruni esprime “piena soddisfazione per il risultato odierno. Con voto segreto, infatti, lo stesso Consiglio regionale ha approvato una mozione sostanzialmente identica alla nostra (che quindi è stata ritirata, ndr) che punta a ribadire la piena autonomia del Consiglio rispetto alla Giunta nel gestire Palazzo Pirelli e riafferma la potestà dell’assemblea di decidere sull’utilizzo della sua sede, stigmatizzando il comportamento della Giunta che nei giorni scorsi aveva autonomamente disposto di illuminare proprio la facciata del Pirellone con una scritta a sostegno del  Family Day”.

“La votazione di oggi ripara, per quanto possibile sia farlo a posteriori, il grave sfregio a danno dell’autonomia dell’organo consiliare e dell’immagine della sua sede” prosegue Bruni che aveva annunciato, dopo l’accensione della scritta luminosa, la decisione di disertare i lavori di commissione finché la vicenda non fosse stata chiarita.

“Ora – conclude il consigliere del Patto Civico – il Pirellone torna ad essere la casa di tutte le forze politiche che rappresentano i lombardi, anche di coloro con lo spirito del family day non sono d’accordo. Ci auguriamo che in  futuro lo stesso Pirellone non sia più teatro di simili scorrettezze istituzionali e che venga rispettato, da parte della Giunta, il ruolo del Consiglio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.