BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sanità privata da 8 anni senza contratto, protesta a Zingonia

Prosegue l’azione dimostrativa della Cisl FP contro il mancato rinnovo dei contratti nella sanità privata e la protesta dei lavoratori delle cliniche bergamasche che aderiscono all'iniziativa.

Prosegue l’azione dimostrativa della CISL FP contro il mancato rinnovo dei contratti nella sanità privata e la protesta dei lavoratori delle cliniche bergamasche che aderiscono all’iniziativa.

Nella mattina di lunedì 1° febbraio fumi, bandiere e volantini sono arrivati davanti ai cancelli della Habilita di Zingonia per denunciare per l’ennesima volta come i “padroni della sanità privata diventino sempre più ricchi – spiega Angelo Murabito della segreteria provinciale della funzione pubblica Cisl -, chiedano il pagamento anticipato dei ticket, acquisiscano nuovi accreditamenti regionali, ma nel frattempo non onorano i debiti accumulati nei confronti dei loro dipendenti, che dal 2007 non ottengono il rinnovo contrattuale e in questi 85 mesi hanno “maturato” più di 6000 € di arretrati”.

Il presidio di Zingonia ha avuto il “sostegno” di molti lavoratori e la solidarietà dei numerosi utenti di passaggio, ai quali è stato spiegato che l’ora di presidio era necessaria “per rivendicare il diritto al rinnovo del contratto di lavoro, agli adeguamenti salariali e al pagamento delle somme arretrate”.
“Anche il presidio di oggi, come quelli delle scorse settimane, è andato bene – puntualizza Angelo Murabito, della segreteria FP Bergamo. Delegati e lavoratori di Zingonia hanno sensibilizzato gli utenti sulla situazione che vivono i lavoratori con i contratti fermi da sette anni. E mentre le aziende fanno milioni di utili, le condizioni dei dipendenti rimangono precarie: non si garantiscono più le ferie, anzi vengono monetizzate violando le normative vigenti, e quei pochi che riescono a farle non vengono sostituiti da altri lavoratori, ma impropriamente da stagisti solo per una mera finalità economica. Chiediamo formalmente all’ ASST di Bergamo di vigilare sia sotto l’aspetto contrattuale che sotto l’aspetto organizzativo”.
Le bandiere della Cisl esposte nelle cliniche, avvisano dalla segreteria provinciale della Cisl Fp, “saranno rimosse solo quando cesserà questa ignobile situazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.