BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Che aria hai respirato a gennaio? Ecco i valori, pessimi, a Bergamo e provincia

Gennaio nero per l'inquinamento, con i valori dei Pm10 che per quindici giorni hanno superato il limite massimo di 50 microgrammi per metro cubo: record negativo provinciale a Osio Sotto sabato 30, con 264.

Oltre cento sindaci venerdì 29 gennaio hanno sottoscritto il protocollo sperimentale emergenza smog area critica A1 e A2 di Bergamo: un provvedimento che mira a limitare da subito, a partire dal 1° febbraio, le emissioni inquinanti in atmosfera e quanto mai necessario alla luce dei dati inquietanti registrati dalle centraline Arpa disseminate per la provincia.

Le scarse precipitazioni e condizioni meteo anomale hanno inciso parecchio sulla concentrazione di Pm10 nell’aria: mediamente in città e in provincia si è andati per 15 volte sopra il limite massimo di 50 microgrammi per metro cubo che, complessivamente, in un anno non dovrebbe essere varcato per più di 35 giorni.

Il primo mese dell’anno si è concluso nel peggiore dei modi, con dieci giorni dai valori altissimi: è dal 20 gennaio, a parte le eccezioni di martedì 26 nelle centraline di via Meucci a Bergamo, Dalmine, Lallio e Osio Sotto, che i Pm10 non scendono sotto i 50 microgrammi per metro cubo, sforando spesso, e poco volentieri, anche l’impressionante soglia dei 100 microgrammi.

Giornata da bollino nero sabato 30 gennaio: Pm10 a 170 microgrammi per metro cubo in via Garibaldi a Bergamo e a Calusco, 146 a Dalmine, 138 a Filago, 128 a Lallio, spaventosi 264 a Osio Sotto e 239 a Treviglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    se non piove o non c’è vento,sarà sempre cosi,stupirsi di cosa?si da la colpa a camini e tufe,ma in montagna dove c’è abbondanza di questi metodi di riscaldamento,l’aria risulta molto più pulita,mentre in città dove le stufe sono in minoranza e l’aria più inquinata,la colpa è solamente delle stufe