BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori sui profughi respinti: “Il governo li rimpatri o dia loro permessi provvisori”

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha chiesto nel corso dell'audizione della commissione d'inchiesta in prefettura che il Governo si attivi per realizzare rimpatri assistiti dei migranti ai quali non viene riconosciuta la protezione internazionale:

“La situazione dei profughi “denegati (quelli cui sia stata data risposta definitivamente negativa alla richiesta di protezione internazionale), che diventano clandestini ma che restano sul territorio, senza più alcun sussidio e senza possibilità di cercarsi un lavoro, non è in prospettiva sostenibile”: così il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha dichiarato venerdì mattina durante l’audizione della Commissione d’inchiesta sull’accoglienza migranti.

Gori ha quindi chiesto che il Governo si attivi per realizzare rimpatri assistiti dei migranti ai quali non viene riconosciuta la protezione internazionale: “Il Governo si adoperi per una più effettiva applicazione della norma che prevede i rimpatri degli immigrati che sono visti definitivamente negata la protezione internazionale. Vanno siglati gli accordi bilaterali e vanno effettuati i rimpatri assistiti. Oppure, se si ritiene che questo non sia fattibile, si prenda in considerazione, come già in passato, la possibilità di riconoscere una forma di protezione provvisoria (per esempio, un permesso di soggiorno della durata di un anno) a tutti i richiedenti asilo, sottraendoli all’illegalità e dando loro la possibilità di cercarsi un lavoro o di muoversi liberamente in Europa. Questa ipotesi va comunque vista come una estrema ratio, essendo i rimpatri la prospettiva prioritaria, come previsto dalle normative.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.