BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Migranti, si allarga il fronte del no: la Svezia ne rimpatria 80mila

Il governo svedese pronto ad espellere fino a 80mila richiedenti asilo le cui domande sono state respinte: fredde sul tema dell'accoglienza anche Inghilterra e Olanda, con quest'ultima decisa a rispedire in Turchia i migranti arrivati via mare dalla Grecia.

Mentre Italia e Germania cercano un accordo soddisfacente sulla questione dei migranti e in Grecia un nuovo naufragio ha causato 11 vittime, in Europa ci sono tre prese di posizione che stanno già facendo discutere.

La prima arriva dalla Gran Bretagna dove il ministro degli Interni ha annunciato che Londra accoglierà i bambini siriani, o provenienti da altre zone di conflitto, non accompagnati ma a patto che non siano transitati da altri paesi Europei: una decisione che conferma la linea dura del governo, con Cameron fermo sulla propria posizione.

La seconda viene dalla Svezia e si inserisce in un contesto non semplice: solo un paio di giorni fa un richiedente asilo di 15 anni ha accoltellato a morte una 22enne addetta alla struttura per profughi in cui era ospitato. Un episodio che ha fatto molta presa sull’opinione pubblica e ora il governo svedese guidato da Stefan Loefven sembra intenzionato ad espellere dai 60 agli 80mila richiedenti asilo la cui domanda non è stata accolta: erano tra i circa 163mila migranti arrivati nel corso del 2015 e che ora saranno imbarcati su voli di linea e charter appositamente noleggiati per un’operazione di rimpatrio che richiederà degli anni.

Infine i Paesi Bassi che sono intenzionati a respingere verso la Turchia i migranti arrivati via mare dalla Grecia: Diederik Samsom, numero uno dei laburisti, avrebbe già avanzato la proposta, forte del sostegno del premier Mark Rutte. L’Olanda, al momento di turno alla presidenza Ue, vorrebbe sottoscrivere un’intesa con la Turchia che preveda al massimo l’accoglienza di 250mila richiedenti asilo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.