BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alstom contribuirà al potenziamento tecnologico della linea Monza-Chiasso

Un contratto del valore di 21 milioni di euro. Coinvolte le sedi Alstom di Bologna e Bari. La Alstom aveva una sede anche a San Pellegrino Terme fino al 2012.

Alstom, come leader di un’associazione temporanea d’impresa (ATI), è stata incaricata del potenziamento tecnologico della linea Monza–Chiasso, a seguito della gara d’appalto indetta da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).

La quota di Alstom di questo appalto ha un valore di 21 milioni di euro. Il progetto prevede la realizzazione di un ACCM (Apparato Centrale Computerizzato Multistazione) di ultima generazione Smartlock 400 GP di Alstom, incluse le opere complementari e accessorie del sistema di distanziamento a standard europeo ERTMS di livello 2, sulla linea Milano Centrale – Milano Smistamento
– Monza – Chiasso, per circa 51 chilometri.
La linea fa parte del corridoio A (Genova-Rotterdam) dei corridoi interoperabili della rete europea e sarà la prima linea ferroviaria non ad alta velocità in Italia interamente gestita da un sistema ERTMS livello 2 in sovrapposizione al segnalamento laterale.
“Grazie a questo progetto, nel quale è stato implementato un prodotto di nuova generazione – ha dichiarato David Cannafoglia, Vice President Alstom TIS South Europe e Direttore del sito di Bologna – gli standard di prestazione della linea saranno ancora più efficienti. Inoltre il sistema ERTMS livello 2, per la prima volta installato su linee convenzionali, permetterà l’interoperabilità della linea mentre per il Posto centrale di controllo di Milano Greco Pirelli sarà più semplice ed efficiente la gestione del traffico ferroviario su tutta la linea”.
Questo impianto, che sarà realizzato in due anni e mezzo, permetterà all’operatore la gestione della circolazione ferroviaria secondo le più recenti norme vigenti per gli apparati di tipo ACC. I passeggeri avranno benefici sia in termini di regolarità sia di puntualità della stessa. Partecipano alla realizzazione del progetto le sedi italiane di Bologna e Bari, rispettivamente centro di eccellenza e centro di ricerca e sviluppo del Gruppo per il segnalamento ferroviario, in collaborazione con il sito di Charleroi (Belgio).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.