BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, Gakpé si presenta: “A Bergamo per trovare continuità, gol e assist” fotogallery

Serge Gapké, 28 anni, franco-togolese. Professione: esterno d’attacco. Una carriera spesa tra Francia (con le maglie di Monaco, Tours e Nantes), Belgio (Standard Liegi) e Italia (Genoa e, appunto, Atalanta); senza dimenticare la nazionale togolese, con la quale milita dal 2009. Arrivato dal Genoa in prestito con diritto di riscatto, indosserà la maglia numero 13, scelta in onore del figlio.

Dopo Alessandro Diamanti e gli svizzeri Freuler e Djimsiti, è il quarto acquisto del mercato invernale dell’Atalanta.

“Un calciatore arrivato a Bergamo con sei mesi di ritardo – afferma il direttore generale del club Umberto Marino -, già visionato da Giovanni Sartori ben prima che approdasse al Genoa”.

Alto 177 centimetri per 79 chili di peso, Gakpé nasce come esterno d’attacco e fa del dribbling e della velocità le proprie armi migliori: “Fascia destra o fascia sinistra non è un problema – afferma Gapké – saprò adattarmi. L’importante è trovare prestazioni e continuità di rendimento. Fisicamente sto bene e sarò a disposizione del mister a partire dal prossimo match contro il Sassuolo”.

Dai primi colloqui con Reja, sembra che sarà proprio la fascia sinistra la zona di campo che Gapké andrà ad occupare, con compiti e licenze diverse a seconda del sistema di gioco che l’allenatore friulano intenderà adottare.

Poche apparizioni con la maglia del Genoa (solo 13, condite da 3 gol). Poche, ma buone. Come quella dell’esordio in Serie A il 30 agosto 2015 bagnata con un gol all’Hellas Verona. “A livello personale spero di segnare qualche rete in più e regalare molti assist ai compagni. Per un attaccante con le mie caratteristiche è fondamentale. Quando mi ha chiamato l’Atalanta non ci ho pensato troppo e ho detto subito di sì. La squadra è valida e ha fatto molto bene in questa prima parte di stagione. Salvezza o qualcosina in più? Vediamo: le qualità per fare bene non mancano”.

“Un ragazzo timido e riservato, con la passione per il basketball e il cinema”. E’ cosi’ che si descrive Gapké, ed è così che appare. Qualità che, almeno in campo, dovrà saper presto mettere da parte.

Capitolo mercato: “La pista Paloschi è sempre aperta – conferma Marino -, ma non sarà facile. Sylla? Resta sempre sulla nostra lista, ma l’Anderlecht non cede”.

Infine, una battuta sull’indagine ribattezzata “Fuorigioco” che vede anche il dg nerazzurro tra le persone indagate, assieme al presidente dell’Atalanta Antonio Percassi, il figlio e amministratore delegato del club Luca Percassi e German Denis: “Le attività della nostra società sono sempre state regolari, e siamo pronti a confermarlo – spiega Marino -. In giornata renderemo pubblico un comunicato stampa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.