BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pensioni, a Bergamo 31 ogni 100 abitanti: assegno medio da 883 euro

La classifica sulle pensioni stilata dal Sole 24 Ore: Bergamo 57esima in Italia per l'incidenza dei trattamenti Inps sulla popolazione complessiva, 16esima se si considerano solamente le pensioni di anzianità.

Più informazioni su

Sono oltre 18 milioni le pensioni pagate dall’Inps nel corso del 2015 coprendo il 29,7% della popolazione complessiva con assegni medi da 825 euro mensili, compresi tra i 1.142 di Milano e i 489 di Catanzaro.

A sottolinearlo è stata un’indagine del Sole 24 Ore condotta sulla base di dati Inps aggiornati all’1 gennaio 2015 e popolazione residente nel 2015: secondo quando analizzato dal centro studi Datalavoro rispetto al 2011 sono cresciute del 5,90% le pensioni di anzianità, del 3,7% gli invalidi civili e dell’1,8% gli assegni sociali: in calo invalidità, -24,2%, prepensionamenti, -10,7%, vecchiaia, -4,2% e superstite, -0,2%.

Per quanto riguarda le pensioni, analizzate nel loro insieme, a dominare in Italia è Biella: 42 trattamenti ogni cento abitanti, 916 euro di assegno mensile medio. Con Ancona e Ferrara a completare il podio (rispettivamente 40,4% e 39,7% e 685 e 84 euro mensili), Bergamo si piazza al 57esimo posto in Italia: 31 pensioni ogni 100 abitanti e 883 euro medi al mese.

Per quanto riguarda le sole pensioni di vecchiaia, in Italia incidono di più sulla popolazione ad Ancona: 14,4% con un importo medio mensile di 472 euro. Con una media italiana di 676 euro, il primato dell’assegno mensile spetta a Roma, 928 euro, con la già citata Ancona fanalino di coda. Bergamo si trova al 48esimo posto, con un’incidenza del 9,2% e un assegno da 542 euro.

Per le pensioni di anzianità è Biella a registrare il numero maggiore di trattamenti in base alla popolazione: 15,1% con un assegno da 1.434 medi, quasi mille euro in meno dal primato di Roma, 2.276 euro, ma il doppio di Catanzaro, la peggiore con 703 euro. In questo caso Bergamo si trova al 16esimo posto: incidenza del 9,6% e assegno medio di 1.540 euro.

Se pensioni di anzianità e di vecchiaia si concentrano al Centro-Nord, quelle di invalidità e invalidità civile ribaltano la prospettiva con il Sud che domina nelle prime posizioni: Lecce e Oristano guidano le rispettive classifiche per incidenza sulla popolazione, Milano fa registrare però gli assegni più alti con 835 e 462 euro di media.

Per quanto riguarda le pensioni di invalidità a Bergamo l’incidenza è dello 0,9% con 741 euro mensili di media, 99esimo posto; l’invalidità civile vede invece la nostra città al 93esimo posto con un’incidenza del 3,4% e un assegno da 442 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.