BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il pasticcere bergamasco e la pornostar, la cucina è sexy e vegan foto

Da una parte Stefano Broccoli, da due anni pasticcere della pasticceria “La Dolcevita” di via Borgo Palazzo, a Bergamo; dall'altra la pornostar Silvia Bianco.

Tanto dolce ma anche un golosissima nota “piccante” targata Bergamo al Sigep di Rimini, la più importante fiera mondiale dedicata agli operatori di settore della gelateria e della pasticceria, in corso fino a mercoledì.

Durante la kermesse – che tra l’altro vede protagoniste tantissime aziende bergamasche del comparto – è andata in scena una particolarissima dimostrazione di dolci vegani (la tendenza del momento nel settore) a cura di una strana (quanto preparatissima) coppia: da una parte Stefano Broccoli, da due anni pasticcere (specializzato nella realizzazione di prodotti al 100% vegetali) della pasticceria “La Dolcevita” di via Borgo Palazzo, a Bergamo; dall’altra la pornostar Silvia Bianco, già protagonista di diverse pellicole a luci rosse. Da qualche tempo la bellissima attrice hard ha sposato con convinzione la “causa” vegana: appassionata di cucina, non è nuova a collaborazioni con professionisti del settore bergamaschi, visto che ha anche collaborato con lo chef Chicco Coria.

Davanti a una platea di colleghi pasticceri e di inevitabili curiosi, Silvia Bianco – a suo agio ai fornelli tanto quanto, se non di più, che davanti alla cinepresa – ha realizzato insieme a Broccoli diverse preparazioni all’insegna del vegan, tra cui un tartufo al al cioccolato su un letto di crema pasticcera: il tutto ovviamente senza latte, uova o altri prodotti di origine animale.

“Con Silvia siamo amici di lunga data: abbiamo in comune la passione per la pasticceria vegana, collaborare è stato naturale”, spiega il pasticcere bergamasco. Tra gli ingredienti più particolari – almeno nel campo della pasticceria – i ceci, utilizzati da Silvia e Stefano per realizzare ottime meringhe. Il tutto nel nome della filosofia vegan: che poi, se è anche un po’ sexy, tanto meglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.