BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, Erik Molteni è il candidato sindaco per il centrosinistra

Con 19 voti su 21, sarà il segretario del Partito Democratico trevigliese a dover affrontare la campagna elettorale di giugno 2016

Il candidato sindaco per il centrosinistra è Erik Molteni. Con 19 voti su 21 (due gli astenuti: Ariella Borghi, ex sindaco, e lo stesso Molteni) sarà dunque il segretario del Partito Democratico trevigliese a dover affrontare la campagna elettorale di giugno 2016.

Il consenso quasi unanime è stato raggiunto grazie alla convergenza dell’ala renziana all’interno del coordinamento a favore, prima di Rossoni, ora di Molteni.

“Torno a casa – ha comunicato alla stampa il segretario provinciale del Pd Gabriele Riva – con la consapevolezza che ci sono tutti gli elementi, adesso, per iniziare con un rinnovato entusiasmo la fase vera, quella della campagna elettorale, quella di un progetto che deve coinvolgere tutti i trevigliesi”.

“Noi faremo la nostra parte – ha aggiunto Laura Rossoni – . Pensavamo alla possibilità di un terzo candidato ma non è stato possibile. Dunque, appoggeremo convintamente il candidato scelto e cercheremo di portare alla vittoria il Partito Democratico”.

La ritrovata unità dei democratici si è poi tradotta nell’approvazione, avvenuta con larga maggioranza, di un accordo “di metodo politico e di valori” in cui, in primis, viene ribadita la ferma contrarietà del Coordinamento trevigliese a qualsiasi forma di intesa con il centrodestra, sia per il primo che per l’eventuale secondo turno mentre, di contro, sarebbe invece indispensabile aprire all’apporto di liste di centrosinistra e a liste civiche rappresentative della Treviglio dell’associazionismo, della produzione e del volontariato.

“Non ce l’ha fatta Erik Molteni – ha spiegato lo stesso Molteni nel suo primo intervento da neo candidato sindaco- ma ce l’ha fatta Il circolo del Partito Democratico di Treviglio, che ha dimostrato una grande unità e la volontà di convergere su un unico candidato.

Questo è un segnale forte, un segnale di maturita, che dimostra che siamo pronti ad amministrare questa città con intelligenza e con capacità. Bisognerà lavorare di squadra per fare qualcosa di più di quanto fatto fino ad oggi.

Già da domani mattina ci metteremo al lavoro. Invece, se dovessi perdere mi impegnerò invece a fare una seria opposizione in consiglio comunale, ma è un’evenienza che, al momento, non mi piace prendere in considerazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.