BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Pirellone inneggia al Family Day, la Bergamo pro unioni civili oggi manifesta

In occasione della discussione in Senato del ddl sulle unioni civili, le associazioni LGBT nazionali (Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno, Mit) hanno indetto nella giornata del 23 gennaio 2016 una manifestazione nazionale e capillare.

Il Pirellone, il grattacielo milanese sede della Regione Lombardia si è acceso nella notte con una scritta inequivocabile: “Family Day”. Inequivocabile come l’appoggio dato dalla Giunta Maroni al raduno di coloro che sostengono la famiglia tradizionale mentre il Parlamento sta cercando di comporre una normativa per le unioni civili.

Intanto, proprio per sostenere la discussione in Senato del ddl sulle unioni civili, le associazioni LGBT nazionali (Arcigay, ArciLesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno, Mit) hanno indetto nella giornata di sabato23 gennaio una manifestazione nazionale e  capillare. Le piazze italiane sono 100, e Bergamo tra queste, alle quale si aggiungono come piazze europee Londra, Berlino, Francoforte, Limerick, Copenaghen, Dublino e Monaco.

pirellone family day

 “L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non prevede alcun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso – spiegano i promotori dell’iniziativa – . Le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali non godono delle stesse opportunità garantite agli altri cittadini italiani pur contribuendo, in egual modo, al benessere della società con il pagamento delle tasse. Una insopportabile e priva di giustificazioni discriminazione. Il desiderio di ogni genitore è che i propri figli possano crescere in un Paese in cui tutti abbiano gli stessi diritti e i medesimi doveri”.

Chiamano quindi il Governo e il Parlamento “ad una presa di consapevolezza della realtà e di responsabilità nel legiferare quanto prima per eliminare le presenti discriminazioni.  Chiediamo che si riconosca la piena uguaglianza, rispettando la dignità delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese. La reciproca assistenza in caso di malattia, di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di entrare nell’asse ereditario del partner, la possibilità di subentrare nei contratti, la reversibilità della pensione, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare e non ultimo il pieno diritto dei bambini di avere due genitori siano essi dello stesso o di diverso  sesso, sono solo alcuni dei diritti che attualmente ci vengono negati a chi è escluso dallo Stato dall’istituto del matrimonio. Questioni semplici e pratiche che incidono sulla vita di milioni di persone. Di una sola cosa non possiamo che essere certi: gli italiani e le italiane vogliono l’uguaglianza di tutte e di tutti“.

La manifestazione di Bergamo partirà dal piazzale della stazione alle ore 14:30 di sabato 23 Gennaio e arriverà in piazza Pontida.

Ecco chi ha aderito:

Parlamentari Bergamaschi: Pia Locatelli e Antonio Misiani

Sindaci della rete ready:

Giorgio Gori – Bergamo

Federica Bruletti – Levate

Gabriele Riva – Arzago

Serra Perlita – Curno

Donne per Bergamo x Bergamo per le Donne

Associazione Prometeo ONLUS –  lotta alla pedofilia

Associazione Disabili Bergamaschi

ARCI Bergamo

Movimento 5 stelle – Bergamo

PD Città di Bergamo

PSI Città di Bergamo – Partito Socialista Italiano

Sinistra Ecologia Libertà Bergamo

Bergamo Possibile – comitato “I bastioni di Orione”

Giovani Democratici Bergamo

Uni+

Mapi Trevisani del Movimento delle Donne

Unione Degli Studenti Bergamo

PD Calusco e GD Calusco

Mamo’s bar Bergamo

Macondo Biblio Cafè

Piazza Dante JAM Freestyle

Federazione degli Studenti Bergamo

Comitato Peppino Impastato di Ponteranica

FutureDem Bergamo

Giovani Democratici Lombardia

Giovani Comunisti/e Bergamo

Se Non Ora Quando Bergamo

Collettivo Hinc Sunt Leones, liceo Falcone

Toolbox

Filcams Cgil Bergamo

Cgil Bergamo

The City Sauna Club (circolo anddos)

Adesso DONNE 3.0

Per Albino Progetto Civico

c.s.a. Pacì Paciana

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.