BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, centrodestra in piazza per dire no alla moschea fotogallery

Erano un centinaio i partecipanti alla manifestazione di sabato 23 gennaio organizzata dalla Lega Nord

Centrodestra in piazza per dire no alla moschea a Bergamo. Erano un centinaio i partecipanti alla manifestazione di sabato 23 gennaio organizzata dalla Lega Nord, insieme alle altre forze che compongono la coalizione, in piazza Matteotti per chiedere all’amministrazione comunale di fare chiarezza sul caso che sta dividendo l’opinione pubblica.

Dopo le tensioni all’interno della comunità islamica a causa dell’utilizzo dei 5 milioni provenienti dalla Qatar Charity Foundation (leggi tutto qui) e la vicenda giudiziaria che ha bloccato il cantiere della moschea, non autorizzata da Palafrizzoni, sono state danneggiate le due auto di presidente e vice presidente del centro islamico di via Cenisio. E’ l’ultimo tassello di una vicenda molto intricata su cui la magistratura sta indagando.

Il Carroccio e gli alleati vogliono subito rassicurazioni da parte del Comune. In piazza a manifestare tutti i rappresentati cittadini dei partiti di centrodestra, oltre a diversi sindaci dei paesi della provincia.

L’intervento del segretario provinciale della Lega, Daniele Belotti:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

    Giusto, si tratta di una manifestazione sacrosanta, i cosidetti luoghi di culto dovrebbero sparire tutti anche solo per rispetto all’umano intelletto.

    Settimana prossima mi aspetto gli stessi a manifestare per la riconversione di chiese e cattedrali cristiane in musei.
    Chissà che questi luoghi fin’ora usati per tramandare intolleranza e superstizione non possano diventare centri culturali.