BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli ufficiali dell’Accademia potranno conseguire la laurea in Giurisprudenza

Il generale di brigata Virgilio Pomponi e il rettore dell’Università di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini hanno firmato l’accordo di collaborazione per il riconoscimento della Laurea magistrale quinquennale in Giurisprudenza agli Ufficiali già in possesso di quella specialistica in Scienze della sicurezza economico-finanziaria

Nell’Aula Magna dell’Accademia della Guardia di finanza, il generale di brigata Virgilio Pomponi e il rettore dell’Università di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini hanno firmato l’accordo di collaborazione per il riconoscimento della Laurea magistrale quinquennale in Giurisprudenza agli Ufficiali già in possesso di quella specialistica in Scienze della sicurezza economico-finanziaria.

L’accordo consentirà agli ufficiali del corpo, che hanno frequentato l’Accademia fino al 1989 e dal 2000 al 2014, di conseguire la Laurea magistrale in Giurisprudenza (previo superamento di esami integrativi e della discussione della tesi di Laurea). Nel periodo dal 1990 al 1999 i frequentatori dei corsi di Accademia già conseguivano la Laurea in Giurisprudenza.

Sarà così fornita l’opportunità agli ufficiali interessati di completare il proprio curriculum formativo con un prestigioso titolo di studio presso l’Università di Bergamo.

L’intesa è frutto di un inteso lavoro che è stato svolto per raggiungere un traguardo particolarmente ambizioso teso a permettere agli ufficiali del corpo, già in possesso della laurea in Scienze della sicurezza economico finanziaria, di iscriversi all’Università di Bergamo e sostenere una serie di esami e la discussione della tesi di laurea in Giurisprudenza. Un’occasione in più per ritornare a Bergamo e far visita all’Accademia «casa madre» di tutti gli ufficiali del corpo della Guardia di finanza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.