BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carrefour Express, la grande distribuzione a Bergamo riscopre il negozio sotto casa

In Italia sono 1.101 punti vendita del gruppo francese Carrefour, tra Iper, Market, Cash&Carry ed Espress. Quest'ultima proposta riprende in pieno i negozi di vicinato cri ai borghi italiani. L'esempio di Bergamo con quattro punti vendita in Largo Rezzara, in via San Bernardino, in Piazza Risorgimento e in Borgo Santa Caterina. Uno anche in provincia a Stezzano.

“È comodo e veloce, il negozio è piccolo ma ben servito”. “Ha degli orari ideali per noi che usciamo tardi dall’ufficio”. “Offre la vasta gamma della grande distribuzione, ma è più familiare”. I commenti dei clienti, perlopiù entusiasti, spingono ad osservare da vicino il modello Carrefour Express.

Già collaudato in Francia, terra natia del colosso della grande distribuzione, questi punti vendita stanno riscuotendo successo anche in Italia, in particolare nei piccoli borghi. Sostituendo di fatto i negozi di vicinato. A Bergamo ci sono quattro punti vendita: in Largo Rezzara, in via San Bernardino, in via Santa Caterina e in Piazza Risorgimento. In provincia, della stessa tipologia, c’è un punto vendita a Stezzano.
Che cosa offrono? Di fatto c’è tutto, dal pane fresco alla frutta e verdura, fino alla salumeria e ai tutti i prodotti della grandi distribuzione. I cestini sostituiscono di fatto i carrelli, gli scaffali sono ordinati, puliti e sempre ben colmi di merce. L’esempio che è un po’ il fiore all’occhiello è quello di Largo Rezzara.

Aperto nel maggio del 2014, piano piano ha saputo conquistarsi una buona fetta di affezionata clientela. È aperto sette giorni su sette, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 21, mentre la domenica l’orario di servizio va dalle 9 alle 20.

Carrefour Express

Tra i servizi che offre ci sono fotocopie e fax che vengono spediti a destinazione, ovvero negli uffici, mentre il cliente fa acquisti. C’è il servizio a domicilio con un a piccola aggiunta, mentre al mercoledì se hai più di 60 anni ha uno sconto del 10% sulla spesa.

La particolarità di questo modello di punto vendita sta anche nel personale. Difficilmente un’impresa familiare avrebbe potuto affrontare un simile sforzo, qui invece gli assunti sono 9: tutti giovani e con regolare contratto. Insomma, la tanto vituperata grande distribuzione che ha messo il piccolo commercio all’angolo è tornata sui suoi passi scoprendo e conquistando una fetta di mercato consistente. 

Carrefour Express

Basta passare in rassegna i clienti e scopri anziani che faticherebbero a raggiungere il grande supermercato e sarebbero impossibilitati nel riportare a casa i pesi della spesa. Ma non mancano anche clienti che hanno trovato in questa formula il rapporto familiare con il droghiere sotto casa che sa darti un consiglio su come cucinare un certo piatto.

Un dettaglio non da poco, non c’è nessuna fretta alla cassa. Si corre già altrove e chi viene in questi punti vendita probabilmente cerca anche un modo diverso di fare la spesa. Un’ultima annotazione sta nei prodotti. Se la catena Carrefour è francese, i prodotti sono in gran parte italiani. Alla fine il Made in Italy resta sempre un valore aggiunto, anche per i cugini d’Oltralpe.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.