BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I cani capiscono le emozioni degli altri quattrozampe, lo dice la scienza

Provate a dedicarvi 5 minuti al giorno a osservare il vostro cane senza alcun giudizio, ma proprio nessuno! Osservatelo mentre beve, dorme, descrivete esattamente come si sta muovendo, quale muscolo del suo corpo si muove e in quale direzione, non date parevi. Se guardate il vostro cane e pensate “è triste” lì state già dando un giudizio ma vi state perdendo tutto il resto,

Pochi giorni fa è uscito un articolo riguardante degli studi effettuati dall’Università di Pisa che dimostrano, per la prima volta, l’esistenza del contagio emotivo nel cane. Questo vuol dire che anche i cani provano empatia.
“La risposta involontaria del cane alla gestualità facciale e corporea di un proprio simile esiste ed è rapida quanto quella umana – ha spiegato Elisabetta Palagi (ricercatrice italiana dell’Università di Pisa) – ma non solo: le sessioni di gioco in cui la mimica facciale e corporea erano più frequenti erano anche quelle di maggior durata e se a giocare erano cani ‘amici’ la mimica facciale era ancora più marcata. La capacità di leggere attraverso il corpo e la “faccia” le emozioni altrui e di rispondere in modo appropriato è alla base dell’evoluzione del comportamento pro sociale e dell’altruismo, alla base cioè di quei comportamenti che vengono catalogati come empatici”.
Noi che viviamo con i cani e li amiamo già lo sapevamo, ma quando lo dice la scienza ci appare tutto più vero e anche i più scettici se ne convincono!
Siamo ancora agli inizi, ma proprio agli inizi negli studi riguardanti il comportamento e le emozioni dei cani e degli altri animali. E tra un po’ di tempo la comune espressione “gli manca solo la parola” sarà solo un lontano ricordo.

Non la utilizzeremo più perché tutti saremo consapevoli del fatto che non gli serve affatto la nostra lingua, che loro hanno già un complesso linguaggio sviluppato, e che eravamo noi a non essere in grado di decodificarlo.

Provate a dedicarvi 5 minuti al giorno a osservare il vostro cane senza alcun giudizio, ma proprio nessuno! Osservatelo mentre beve, dorme, descrivete esattamente come si sta muovendo, quale muscolo del suo corpo si muove e in quale direzione, non date parevi. Se guardate il vostro cane e pensate “è triste” lì state già dando un giudizio ma vi state perdendo tutto il resto, perché sarete saltati alla conclusione.
Oppure quando tornerete a casa dopo una giornata di lavoro e troverete il divano distrutto invece che pensare subito: “fa i dispetti”, pensate nel dettaglio a quello che potrebbe essere successo, e chiedete consiglio ad un esperto che vi aiuti nell’analisi del comportamento.
Questo giochino che potrete fare in ogni momento che siete con il vostro cane, ma anche quando siete al lavoro e ripenserete alle sue azioni vi sarà utile per conoscerlo meglio. Perché ci succede spesso, ed è normale che sia così, che il nostro cervello passi subito alla conclusione e cataloghi.
Ricordatevi: c’è un mondo da scoprire. E osservando nei dettagli i cani che vivono con voi potrete notare particolari che non avevate mai visto.
I cani sono con noi da migliaia di anni, sono il nostro punto di connessione con la natura. Loro si sono evoluti con noi e la nostra vicinanza è stata per loro una crescita così come la loro è stata per noi una crescita.
Non possiamo più negarlo, noi e loro ci siamo co-evoluti traendo entrambi vantaggi.
E stiamo continuando e continueremo insieme la nostra evoluzione. Dobbiamo toglierci quella maschera di ego che ci imprigiona, armarci di umiltà e ascoltare quello che i cani e gli altri animali hanno da dirci. Noi possiamo essere le loro guide, i loro leader che con sicurezza, amore e conoscenza li guidano in questo mondo un po’ umano e un po’ canino.
Li possiamo far crescere arricchendoli di esperienze. Saremo lì con loro nei momenti di gioia, e nei momenti difficili. Perché sì, come per noi anche per loro, ci sono i momenti difficili.
Crescere sarà divertente e impegnativo. Gli insegneremo un sacco di giochi divertenti, gli faremo conoscere altri cani e altri umani, con qualcuno si troveranno bene e con qualcun altro meno. Grazie anche a queste esperienze cresceranno.
E loro, per chi avrà occhi e cuore per vedere, saranno i nostri maestri spirituali. Saranno il nostro specchio, le nostre guide nei mondi sottili. Ci condurranno in posti in cui non credevamo di poter mai approdare.

Alice Zelaschi
349/4279439
Educatore Cinofilo
www.4zampearcobaleno.com
facebook Associazione cinofila “4zampe arcobaleno”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.