BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sviluppo dell’aeroporto, i sindaci dell’hinterland: “Chi controlla? Siamo preoccupati”

“Preoccupati”. Al termine dell'incontro con Sacbo ed Enac i sindaci dell'area aeroportuale utilizzano questo aggettivo per descrivere il loro stato d'animo, ma ne preferirebbero uno meno diplomatico.

“Preoccupati”. Al termine dell’incontro con Sacbo ed Enac i sindaci dell’area aeroportuale utilizzano questo aggettivo per descrivere il loro stato d’animo, ma ne preferirebbero uno meno diplomatico. Dopo aver ascoltato con attenzione le parole dell’azienda che gestisce lo scalo e dell’ente nazionale, che hanno illustrato il nuovo piano di sviluppo (leggi tutto qui), sono rimasti una serie di punti di domanda a cui nessuno ha dato risposta.

Chi controllerà che le previsioni vengano rispettate e non ritoccate al rialzo come avvenuto negli ultimi 10 anni? Verranno applicate le prescrizioni contenute nella zonizzazione acustica?

“Abbiamo chiesto più volte chi sarà chiamato a monitorare questi numeri – spiega il sindaco di Azzano San Paolo Simona Pergreffi -. Dal 2003 ad oggi abbiamo assistito al mancato rispetto di quanto scritto nel precedente piano approvato. Vorremmo garanzie soprattutto per quanto riguarda l’impatto ambientale. Ci viene assicurato che gli aerei miglioreranno, ma noi prima di fare qualsiasi mossa chiederemo l’applicazione della zonizzazione acustica”.

Anche il primo cittadino di Orio al Serio Alessandro Colletta vorrebbe più chiarezza: “Non ci sono state date garanzie su come può essere monitorato il piano di sviluppo e il contenimento del rumore. Chiediamo a gran voce la zonizzazione acustica che non è mai stata avviata. Ad oggi non c’è nulla”.

Orio ed Azzano, insieme ai sindaci di Seriate, Bagnatica, Costa di Mezzate, Grassobbio, Bolgare, Brusaporto e Bergamo hanno consegnato una lettera ai responsabili di Enac: “i Sindaci dei Comuni interessati – si legge nella missiva -, accogliendo con favore il loro coinvolgimento nel processo di formazione del nuovo Piano di Sviluppo, constatano tuttavia che tale iniziativa avviene in assenza dell’avvio del processo di redazione della zonizzazione acustica aeroportuale, più volte richiesta e sollecitata dai medesimi comuni anche attraverso atti e documenti del Tavolo dei Sindaci sulle problematiche aeroportuali di Orio al Serio.Si ritiene pertanto che la zonizzazione acustica debba costituire non solo componente del Piano di Sviluppo Aeroportuale, che rappresenta a sua volta l’atto di pianificazione urbanistica del territorio interessato dalla presenza dell’Aeroporto, ma anche uno degli elementi da assumere a riferimento nelle analisi e nello studio delle componenti del territorio, da condursi nel corso del processo di formazione del nuovo Piano di Sviluppo Aeroportuale. Si relazioni ai Sindaci convocati circa lo stato di attuazione di tutte misure e le azioni poste a carico del gestore aeroportuale dalle prescrizioni contenute nel Piano di Sviluppo vigente ed imponga e verifichi che questi ne dia completo adempimento prima dell’approvazione del nuovo piano di sviluppo aeroportuale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.