BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lo sfogo di Gasperini contro gli ultrà: “Quelli non sono tifosi del Genoa”

Più informazioni su

Quello del tifo violento non è un problema solo bergamasco. Anche a Genova, infatti, sponda Grifone, si hanno problemi simili. Per questo domenica, dopo la brillante vittoria dei rossoblù sul Palermo, Gianpiero Gasperini non ha resistito e, davanti a telecamere a taccuini, si è sfogato attaccando i capi ultrà della gradinata Nord, facendo anche i nomi. “Ho un concetto molto più alto dei tifosi del Genoa rispetto a quei 3-4 elementi che contestano. Io sono uno che sta male, che soffre da morire, quando perde il Genoa, mentre c’è gente come Traverso, Cobra e Leopizzi che è contenta se il Genoa viene sconfitto perché in questo modo ha più visibilità”.

Generiche

Un attacco, quello di Gasperini, nato dall’ennesima contestazione che una parte della curva gli ha riservato nonostante le due vittorie consecutive rimediate con Atalanta e Palermo: “Queste cose mi fanno arrabbiare molto, perché poi io devo andare ad allenare con la scorta della polizia. E’ giusto denunciare questi fatti. Quando entravo in campo, vedendo certi personaggi e quello striscione (‘Il vostro progetto è inesistente. Fuori dal c… allenatore e presidente’, ndr), ho pensato a quanto accaduto a Criscito e all’episodio della maglietta di Sculli. Tutti fatti da censurare”.

Generiche

Quello del tecnico del Genoa è uno sfogo che fa storia perché, per la prima volta, vengono attaccati e citati personalmente i capi ultrà di una curva: Leopizzi e Cobra sono i leader di due gruppi della gradinata Nord, mentre Davide Traverso è il presidente dell’Associazione Club Genoani, il centro coordinamento dei club non legati al mondo ultras. I primi due sono coinvolti proprio nei fatti di Genoa-Siena del 2012 citati dal tecnico, quando i giocatori furono obbligati a togliersi la maglia del Grifone durante il match che stavano perdendo 4-0.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.