BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo lo scandalo Pezzoni pronto a ricandidarsi, almeno per il Consiglio

Al di là dei problemi personali che hanno causato la fine dell'esperienza amministrativa, il centrodestra (senza Forza Italia) vuole ripartire dal lavoro fatto negli ultimi anni.

Mentre il centrosinistra trevigliese è alle prese con la tormentata scelta del candidato sindaco, dall’altra parte della barricata si cerca di pensare al programma e alla squadra che parteciperà alle prossime elezioni. Non c’è nessuna voglia di lasciarsi alle spalle lo scandalo che ha investito l’ex sindaco Beppe Pezzoni, che a settembre ha ammesso di essere stato preside dei Salesiani senza essersi mai laureato. Anzi, al di là dei problemi personali che hanno causato la fine dell’esperienza amministrativa, il centrodestra (senza Forza Italia) vuole ripartire dal lavoro fatto negli ultimi anni.

Per questo motivo nella squadra che verrà schierata alle prossime elezioni potrebbe esserci anche Beppe Pezzoni. Magari non come candidato sindaco, ma almeno per il Consiglio comunale. “Siamo aperti a chiunque voglia garantire continuità amministrativa a Treviglio – spiega su Facebook Juri Imeri, ex vicesindaco della Lega Nord -, crediamo sia importante riconoscere il valore della squadra (Giunta e Consiglieri) e soprattutto stiamo lavorando al programma di mandato e non alla figura del sindaco, che sarà l’evoluzione naturale del percorso che stiamo facendo. Alcuni esponenti del PD sono fenomenali: loro che da mesi pensano solo al Sindaco e che avevano annunciato urbi et orbi la data del 16 dicembre come quella dell’annuncio del candidato, mascherano i loro incredibili imbarazzi coinvolgendo noi. Che invece siamo compatti, sereni, al lavoro e forti di anni di amministrazione che trovano grandi riscontri. Sorridiamo. E continuiamo a lavorare. Avanti tutta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Il Conte

    dignità l’è proprio morta, in politica. O forse non è mai esistita