BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salvini: “Chi timbra e se ne va al mare, licenziato dopo un quarto d’ora”

Il leader della Lega Nord concorda sul licenziamento immediato per i dipendenti che timbrano il cartellino e poi se ne tornano a casa.

Sembra incredibile eppure almeno su un tema Matteo Salvini sembra essere d’accordo con il premier Matteo Renzi. Il leader della Lega Nord concorda sul licenziamento immediato per i dipendenti che timbrano il cartellino e poi se ne tornano a casa. “Chi timbra il cartellino e poi se ne va al mare deve essere licenziato in un quarto d’ora senza se e senza ma”.

Il leader della Lega Nord ha sposato la linea del premier nel corso di una intervista a “L’Arena” (Rai 1), in cui ha detto la sua sulle misure annunciate dal governo contro i “furbetti del cartellino” del pubblico impiego. “Dico semplicemente che se sbagli paghi” ha spiegato Salvini: “Su questo sono con Renzi ma anche se scendesse a proporlo un marziano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.