BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Licenziamento immediato per dipendenti pubblici fannulloni: sei d’accordo?

Matteo Renzi pronto a lanciare il pugno duro contro assenteisti e fannulloni della pubblica amministrazione: se ne discuterà mercoledì in Consiglio dei Ministri, con licenziamento entro 48 ore per chi viene scoperto.

Più informazioni su

Tempi duri per i dipendenti pubblici inclini all’assenteismo: la prossima settimana in Consiglio dei Ministri approderà un decreto governativo che introdurrà il pugno duro per chi non farà il proprio dovere sul posto di lavoro.

L’annuncio è arrivato direttamente dal presidente del Consiglio Matteo Renzi durante un’intervista al Tg5: “Mercoledì porteremo in Consiglio dei ministri la nostra proposta di norma per il licenziamento perchè sono atti insopportabili. Siamo per il pugno di ferro contro quelli che definirei non dei fannulloni ma dei truffatori”.

Nella sezione enews del proprio sito ufficiale, il premier è tornato sulla questione: “Mercoledì sera, dopo il voto sulle riforme costituzionali al Senato, il Consiglio dei Ministri si riunirà in notturna per discutere di pubblica amministrazione. Tra i principi che giudico più interessanti, il licenziamento immediato di chi viene scoperto a timbrare il cartellino e poi se ne va (e se il dirigente non procede, licenziamo anche il dirigente!). Ci sono centinaia di migliaia di persone perbene che vengono infangate dai truffatori: è l’ora di farla finita. In arrivo anche novità sulle partecipate, sulla riduzione dei corpi di polizia e soprattutto sui tempi di autorizzazione e di concessione dei permessi. Un’Italia più semplice è possibile. Facciamola, tutti insieme”.

Licenziamento immediato che significa entro 48 ore: sei d’accordo con il pugno duro del premier?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco Cimmino

    Sono d’accordo al 101%, ma chi controllerà i controllori?